Officina Poesia

Giorgio Caproni, Il mio Enea

Giorgio Caproni, Il mio Enea

Officina Poesia Poesia
Da poco uscito per Garzanti, Il mio Enea di Giorgio Caproni raccoglie una testimonianza completa sull'importanza della figura di Enea nell'opera e nel pensiero di Caproni, sul suo valore letterario, storico e politico. Dal volume, a cura di Filomena Giannotti, con Prefazione di Alessandro Fo e Postfazione di Maurizio Bettini, pubblichiamo alcuni frammenti dal Passaggio di Enea (1956) e da tre interviste a Giorgio Caproni (1972, 1981, 1986). da Il passaggio d’Enea. Prime e nuove poesie raccolte, Firenze, Vallecchi, settembre 1956. 1. Didascalia Fu in una casa rossa: la Casa Cantoniera. Mi ci trovai una sera di tenebra, e pareva...
Leggi altro
Le Opere di Rimbaud – a cura di Olivier Bivort e Ornella Tajani

Le Opere di Rimbaud – a cura di Olivier Bivort e Ornella Tajani

Officina Poesia Poesia
Da poco uscita l’edizione delle Opere di Rimbaud nella collana di Letteratura universale Marsilio, a cura di Olivier Bivort e con traduzione di Ornella Tajani. Presentato con testo francese a fronte, rivisto sui manoscritti con un lavoro filologico del calibro dell’edizione francese Pléiade, il volume contiene le opere poetiche complete di Rimbaud, versi e prose, nonché una scelta di lettere relative alla sua attività letteraria (1870-1875), insieme a testi recentemente ritrovati in Francia, per la prima volta riprodotti in edizione italiana. Pubblichiamo una scelta di...
Leggi altro
Leonardo Sinisgalli, Racconti

Leonardo Sinisgalli, Racconti

Officina Poesia Poesia
Esce oggi l'Oscar Mondadori che raccoglie i racconti di Leonardo Sinisgalli, a cura di Silvio Ramat. Pubblichiamo alcuni estratti. da FIORI PARI FIORI DISPARI Questo libro è dedicato ai miei amici Roma, 3 dicembre 1942 Forse io ho troppo premuto sulla mia vita col peso del mio cuore (Da una lettera a *) I Ho ritrovato i miei compiti del tempo della guerra, i compagni di scuola, l’aula del convento, il mio maestro maniaco e distratto che aveva lo stesso nome di mio padre e...
Leggi altro
Maddalena Lotter, Mala

Maddalena Lotter, Mala

Officina Poesia Poesia
Mala. Autoritratto dell'artista da giovane è una plaquette di Maddalena Lotter composta da sette poesie e illustrata da Marco Piunti, da poco uscita per le edizioni Isola. Pubblichiamo due testi. I Che mistero l'aria osservo granelli microscopici e pulviscoli una rondine improvvisa che taglia il cielo e poi ecco! Uno di loro giù in giardino. ................................................Suoni forti ................................................................................là estranei che non sono mai entrati qua, presenze oltre il confine. Al contrario di quanto si può pensare io ho percezione di me. Signora della finestra infatti...
Leggi altro
Timur Kibirov, Poesie d’amore

Timur Kibirov, Poesie d’amore

Officina Poesia Poesia
A cura di Elisa Baglioni. Timur Kibirov nasce nel 1955 a Šepetkova, in Ucraina. Nel 1972 si trasferisce a Mosca, dove si iscrive all’Istituto pedagogico. Pubblica versi dal 1988. Vincitore di alcuni premi letterari tra cui il prestigioso premio “Poet” nel 2008, ha pubblicato numerosi libri di poesie. Tra la sua ampia produzione si ricordano Santimenty: Vosem’ knig (‘Sentimentalismi: Otto libri’, 1994), Kogda byl Lenin malen’kim (‘Quando Lenin era piccolo’, 1995), Parafrazis (‘Parafrasi’, 1997), Greko- i rimsko- kafoličeskie pesenki i poteški (‘Canzonette e filastrocche cattoliche...
Leggi altro
Domenico Brancale, Scannaciucce

Domenico Brancale, Scannaciucce

Officina Poesia Poesia
Quattro poesie dalla sezione Inediti di Scannaciucce di Domenico Brancale (Mesogea, 2019). Città finite per essere i miei paesi tumuli di terra che mi hanno visto nascere come quel filo d’erba che non si arrende al muro di catrame e lo trapassa Città presto tornerò a mangiare terra   Cittè rinnùtte a paise mije mucchie di terre ca mi ’ne viste nasce com’a culle file di ghèrbe ca non s’ mpunte nnanze ’a ’sfalte e ’a spirtùse Cittè a ll’andrasàtte ’ggia turnà a gnutte terre...
Leggi altro
Marco Bini, A venticinque chilometri da ogni cosa

Marco Bini, A venticinque chilometri da ogni cosa

Officina Poesia Poesia
Quattro poesie inedite. Fermati in un punto e guardati attorno verso le sei, sei e mezza: le narici bruciano di ossigeno e la notte sta sparendo veloce. Dove va a finire? Si ritira nelle ombre e lì prosegue nel primo minuto del giorno che inizia a sparire. Ti si incolla addosso. Ora sull’asfalto come fuori dalla tenda di Abramo. C’è freschezza, quasi, e nitore, quando lo scarico del tir punge al fondo della gola come una prima sigaretta. È un esordio eterno a quest’ora il...
Leggi altro
Gabriele Zobele, Varda ocheta davèrzeme

Gabriele Zobele, Varda ocheta davèrzeme

Officina Poesia Poesia
Sei poesie inedite. #1 Percorriamo esecrabili distanze con una sola spinta siamo dell’altra parte. Ma passando per crune continentali e guardando giù per gli schermi – dalle allentate lenti puoi vedermi prendere svincoli col solo scopo di non ritrovarti – l'ora è grigia e hanno l'ombra stretta dal solstizio – il cielo è fermo e il passeggiare questa sera nel filare di lampioni solamente una distesa di passi: (guardando giù): io non so più, non so se dove sono siamo.   #2 Lasciammo l'auto a...
Leggi altro
Lucia Brandoli, L’artico in fiamme

Lucia Brandoli, L’artico in fiamme

Officina Poesia Poesia
Quattro poesie inedite. Col mio nome arabo sono stata battezzata una notte d’ottobre dal tuo macellaio halal mentre mi regalavi un agnello. La moto calda, nutrita di parole e di vento, un filo di mare a unirmi i timpani, le mani. Nur. Luce. Ma mi mancavate tutti. Volevo ritornare a casa. Ripetendolo mi mettevo sulla riva di un’isola. Sola. Aspettando il mare grosso, i tronchi, le ondate. Aspettando il ritorno, aspettando lui solo. Riflesso di volontà, e per questo amore. Gemello astrale a cui agganciare...
Leggi altro
Enza Silvestrini, Dal mare

Enza Silvestrini, Dal mare

Officina Poesia Poesia
Cinque poesie inedite. dal mare È una parete molto vecchia, molto forte, da cui nessuno può cadere, che nessuno può forzare, da cui non si sentirà mai più niente. Ingeborg Bachman ti depongo in una bara d’acqua dove tutto è smemorato affondare e riemergere in un abbraccio d’alghe venute per proteggerti da pesci curiosi e lingue taglienti ora prendi un’altra direzione per guardare il mondo dal fondo sotto metri di mare e sale procedi a spire e colpi di coda immagino vengano dalla nostra terra...
Leggi altro
Valentina Colonna, Stanze di città e altri viaggi

Valentina Colonna, Stanze di città e altri viaggi

Officina Poesia Poesia
Sei poesie da Stanze di città e altri viaggi di Valentina Colonna (Nino Aragno, 2019). Il sole sempre più grande e i rami di ulivi preparano. Aprono – madri. Ci risucchiano, sin dentro alle radici. * Ricordi il più remoto tutto che si slarga come d’acqua, come di pangea? Mai nata, mai partita dalla Madre. Il muro racchiude il soffitto, lo rende tetto. Muffe a scurire la chianca quasi natura umana. Due ragni rossi si inseguono. Non sanno di camminare in direzioni opposte. Impazziti contornano...
Leggi altro
Michael Hofmann, Gli anni

Michael Hofmann, Gli anni

Officina Poesia Poesia
Otto poesie di Michael Hofmann da One Lark, One Horse (Faber&Faber, 2018) nelle traduzioni inedite di Mia Lecomte e Andrea Sirotti. IDILLIO Più buie, le finestre rifletteranno più forte e nuove crepe si apriranno nei mattoni gialli. Nessun lattaio o strillone, ma si presume pizza da sgargianti volantini e offerte di prestiti sfacciati continueranno a cadere nella buca delle lettere. Una dopol’altra verranno disattivate le utenze, mentre gli ordini permanenti collassano o perdono l’indirizzo, benché qui non ci fosse più comunque granché da cucinare, da...
Leggi altro
Matteo Pelliti, Dire il colore esatto

Matteo Pelliti, Dire il colore esatto

Officina Poesia Poesia
Sei poesie da Dire il colore esatto di Matteo Pelliti, prefazione di Fabio Pusterla, disegni di Guido Scarabottolo, Sossella, 2019. Teologia tascabile ..........................................a Sara Quando ti capiterà di leggere la frase “A sua immagine...” ricorda che significa: “procreatori e procreabili nell’Amore” Quando ti capiterà di leggere la frase “Ama e fa quel che vuoi” ricorda che significa: “affidati alla sensazione del Bene che senti in te”   Totem Quando di notte, all’improvviso, svegliandoti da un incubo, guardi il telefono per vedere l’ora, e il rettangolo...
Leggi altro
NUOVA POESIA AMERICANA. CHICAGO E LE PRATERIE #2

NUOVA POESIA AMERICANA. CHICAGO E LE PRATERIE #2

Officina Poesia Poesia
Dal secondo volume di Nuova poesia americana. Chicago e le praterie, a cura di Luigi Ballerini, Gianluca Rizzo e Paul Vangelisti, da poco uscita per Nino Aragno Editore, pubblichiamo una selezione a cura di Dario Bertini. Francesco Levato Elegia per lingue morte Il treno sa di polipo, di sale marino, di gomma bruciata, di Venerdì, quando la carne era considerata un peccato. E così i suoi poveri continuerà ad aiutarli Ma solo per la presente circostanza; Oggi un sacco di farina te lo puoi comprare...
Leggi altro
Pedro Mir, Non un passo indietro

Pedro Mir, Non un passo indietro

Officina Poesia Poesia
I testi che seguono sono tratti da Viaje a la Muchedumbre, contenuto in Hay un país en el mundo y otros poemas (New York City, Ediciones Caliope, 2006) e da Pedro Mir, Poesia completa (Santo Domingo, Ediciones Cielonaranja, 2017). Traduzioni a cura di Antiniska Pozzi.   NON UN PASSO INDIETRO Albero di luna che obbedisci alle leggi del notturno, non lasciare che il pipistrello ti opprima. Non un passo indietro. Non lasciare che il vasto reggimento degli anni di crimine ostinato ti tocchi la spalla...
Leggi altro
Ovidio parla a un convegno

Ovidio parla a un convegno

Officina Poesia Poesia
Poesia inedita di Marco Malvestio. .....................................................................................................................al fu Rusco Chitina I L’appuntamento ha luogo tutti gli anni in questa città di confine ............................sonnolenta ..................................come un paesaggio rinascimentale, incastonata tra montagne azzurre che sfidano la nostra comprensione e stimolano la ghiandola del sogno, producendo miriadi di spettri, guazzabugli di incubi e di larve; e ci si incontra tutti gli anni, appunto, per parlare di letteratura, ..........................a ranghi serrati e riempiendo ogni pausa, a discutere di Stazio a bocca piena, ...................................di Auden, di Tolstoj. Anche se quando si...
Leggi altro
NUOVA POESIA AMERICANA. CHICAGO E LE PRATERIE #1

NUOVA POESIA AMERICANA. CHICAGO E LE PRATERIE #1

Officina Poesia Poesia
Da poco uscita per Aragno, in due volumi, l'antologia NUOVA POESIA AMERICANA. CHICAGO E LE PRATERIE, a cura di Luigi Ballerini, Gianluca Rizzo e Paul Vangelisti. Pubblichiamo una selezione dal primo volume. A cura di Dario Bertini. Michael Anania Un viaggio per Ted Mallory (morto nel dicembre 1963) I. Grace Street Grace Street, appena a nord di Clark Street, arruffata, senza l'esercito dei mattoni rossi, le case, grigie di legno vecchio con la vernice scrostata lungo vialetti in discesa, dissestati, spaccati dalle radici degli olmi...
Leggi altro
Cristiano Poletti, Temporali

Cristiano Poletti, Temporali

Officina Poesia Poesia
Sei poesie da Temporali di Cristiano Poletti (Marcos y Marcos, 2019). Neve (per una fotografia di Richards) Dormono secoli di appunti sotto la neve. Lì non c’è più nessuno, solo frammenti, affanni di un passato. È una casa, vedete, e al centro c’è una vita resistita nel suo darsi. Pastorale del freddo, case, case abbandonate. Ogni cosa per vocazione preme in una voce, sembra dire: è occulto il fine. Era questo, vedere. Giusto qui al mondo, fatti eterni gli occhi e noi. * Referto per...
Leggi altro
Alejandra Pizarnik, L’altra voce. Lettere 1955-1972

Alejandra Pizarnik, L’altra voce. Lettere 1955-1972

Officina Poesia Poesia
A cura di Andrea Franconi e Fabio Orecchini, esce per Giometti&Antonello L'altra voce, una raccolta di lettere di Alejandra Pizarnik, che riunisce una corrispondenza durata dal 1955 al 1972. Pubblichiamo tre lettere: a Antonio Requeni, Ivonne Bordelois e Silvina Ocampo. A Antonio Requeni Antonio Requeni (1930) è un giornalista e scrittore argentino. Dal 1958 al 1994 collaborò con il giornale «La prensa». Fu vicino di casa di Pizarnik sin dall’infanzia e fu la persona che la indusse, tramite i propri racconti, a trasferirsi a Parigi...
Leggi altro
Daniel Calabrese, Ruta Dos

Daniel Calabrese, Ruta Dos

Officina Poesia Poesia
La Ruta Dos - che oggi si chiama Autovía 2 - è una strada che passa accanto a Dolores, in Argentina, paese natio di Daniel Calabrese. C’è un preciso sfondo sul quale collocare questi testi, fatto di ghiaia, ciottoli e asfalto: l’esito è una scelta di immagini aspre, quelle che ci aspetteremmo di incontrare lungo le corsie della strada. È stato d’altronde l'autore a dire che la poesia deve «trasformare la realtà senza alterare la verità»; e così i cani, i ponti e la polvere...
Leggi altro
Jan Wagner, Variazioni sul barile dell’acqua piovana

Jan Wagner, Variazioni sul barile dell’acqua piovana

Officina Poesia Poesia
Cinque poesie da Variazioni sul barile dell'acqua piovana di Jan Wagner, trad. it. di Federico Italiano, Torino, Einaudi, 2019. lenzuoli nonno fu imbalsamato nel suo e portato fuori, ed io lo scoprii un anno piú tardi, mentre rifacevamo i letti, raggrinzito a vespa, minuscolo faraone di un’estate passata da tempo. cosí si usava piegare i lenzuoli: le braccia ben distese, da potersi specchiare oltre la superficie in tensione; poi il fox-trot del bucato, che fugava un rettangolo in quello immediatamente piú piccolo, fino a che...
Leggi altro
1 2 3 4 5