Categoria: Poesia

Amelia Rosselli, La passione mi divorò giustamente…

La passione mi divorò giustamente la passione mi divise fortemente la passione mi ricondusse saggiamente io saggiamente mi ricondussi alla passione saggistica, principiante nell’oscuro bosco d’un noioso dovere, e la passione che bruciava nel sedere a tavola con i grandi senza passione o volendola dimenticare io che bruciavo di passione estinta la passione nel bruciare …

Leggi altro

Nicoletta Bidoia, Scena muta

Alcune poesie da Scena muta di Nicoletta Bidoia (Ronzani 2020), seguite da una nota critica inedita di Davide Castiglione. da La morsa Si è portati a pensare a una colpa quando si vedono congelare i passeri in volo e poi cadere. Sta succedendo qualcosa, ci siamo detti, tra la terra che ci addenta in banchisa …

Leggi altro

Stelvio Di Spigno, Minimo umano

Cinque poesie in anteprima da Minimo umano di Stelvio Di Spigno, collana di “Testo a Fronte”, Marcos y Marcos, 2020.   Nel movimento, infatti, non si può pervenire al minimo assoluto, come è un centro fisso, perché il minimo necessariamente coincide col massimo. Il centro del mondo coincide con la circonferenza. Ma il mondo non …

Leggi altro

Ilaria Palomba, Città metafisiche

Pubblichiamo un’anticipazione del libro di Ilaria Palomba Città metafisiche, da poco uscito per Edizioni Ensemble, con una nota introduttiva di Gabriele Galloni.   Third time’s a charm, dicono gli inglesi. La terza volta è quella giusta, la migliore. E così è anche per la scrittrice Ilaria Palomba, che con Città metafisiche è giunta alla sua …

Leggi altro

Mario Luzi, In due

«Aiutami» e si copre con le mani il viso tirato, roso da una gelosia senile, che non muove a pietà come vorrebbe ma a sgomento e a orrore. «Solo tu puoi farlo» insistono di là da quello schermo le sue labbra dure e secche, compresse dalle palme, farfugliando. Non trovo risposta, la guardo offeso dalla …

Leggi altro

Emanuele Franceschetti, Testimoni

Questi testi di Emanuele Franceschetti alludono ad una stagione nuova della sua scrittura che, pur mantenendo elementi di forma e dettato già consolidati – ad esempio una certa propensione per le chiusure lapidarie (“Se guardi tutto questo/ non cerchi l’eleganza del dettato,/ non conosci la pace della forma. /Sai solo la tua assenza.”) – introducono …

Leggi altro

Salvatore Quasimodo, E la tua veste è bianca

Piegato hai il capo e mi guardi; e la tua veste è bianca, e un seno affiora dalla trina sciolta sull’omero sinistro. Mi supera la luce; trema, e tocca le tue braccia nude.Ti rivedo. Parole avevi chiuse e rapide, che mettevano cuore nel peso d’una vita che sapeva di circo.Profonda la strada su cui scendeva …

Leggi altro

Ida Vitale, Pellegrino in ascolto

Pellegrino in ascolto è un’antologia della poetessa uruguaiana Ida Vitale. A cura di Pietro Taravacci, copre un arco temporale dal 1945 al 2015. Pubblichiamo una scelta di poesie. da Parola data, 1953 CANONE Tutto è già stato detto e un fulgore di secoli lo difende dall’eco. Come cantare il vago profumo della notte, l’autunno che …

Leggi altro

Louise Glück, Il trionfo di Achille

Riproponiamo otto testi di Louise Glück, Premio Nobel per la Letteratura 2020, nella versione inedita di Damiano Abeni che avevamo pubblicato nel numero 75 di «Nuovi Argomenti». FIOR D’ANGELO Non è la luna, ti assicuro. Sono questi fiori che accendono il giardino. Li odio. Li odio come odio il sesso, la bocca d’uomo che mi …

Leggi altro