Categoria: Poesia

Marino Moretti, Libreria di paese

Entrare? No. Pericoloso andarci, perché son sempre molti i libri che risultano già marci appena usciti (e i frutti appena colti) e io son troppo saggio per non vietarmi il facile miraggio di varcar soglie che non appigiono. Si sa come son fatto. Finto buono, finto cattivo, finto (ahimé) selvaggio. Ma se un libraio abbiamo …

Leggi altro

Francis Catalano, L’immobilità del mondo

Cinque poesie di Francis Catalano da Romamor (Écrits des Forges,1999) nelle traduzioni inedite di Mia Lecomte.   Scrivere un libro sul nulla, assolutamente che nessuno ha ancora scritto. Nient’altro che un libro, supporto per pagine e copertina. Né rettangolare né quadrato, né vivo né morto, plaquette o pamphlet, una forma libera. Per quello, occorre azzardarsi …

Leggi altro

Paolo Ruffilli, Le cose del mondo (1978-2019)

Da Le cose del mondo di Paolo Ruffilli, da poco uscito per “Lo Specchio” (Mondadori, 2020), sei poesie dalla prima sezione. Nell’atto di partire Nel porsi in viaggio, prese le distanze e tutte le misure per quello che si può, considerato l’angolo di fuga, l’impulso di deriva andante dentro il vuoto… la curva sghemba della …

Leggi altro

Nikolaj Bajtov, Adempio onestamente il mio dovere di poeta…

Nikolaj Bajtov nasce a Mosca nel 1951, dove si laurea in ingegneria informatica. Negli anni ottanta è stato un importante animatore culturale della vita non ufficiale, il fondatore, insieme ad Aleksandr Baraš, dell’unica esperienza longeva di rivista samizdat a Mosca, «Epsilon-Salon». È inoltre il fondatore, insieme alla poetessa Sveta Litvak, del «Club di performance letteraria». …

Leggi altro

“Osservando gli huon”. Per Cesare Viviani

Esce oggi il numero III della sesta serie di «Nuovi Argomenti». Nella sezione ‘Poesia’ si possono leggere cinque testi di Cesare Viviani, introdotti da un saggio di Damiano Sinfonico: “Osservando gli huon”. Per Cesare Viviani. Pubblichiamo le poesie e il saggio. Inedito Non mi presentare i genitori, portami dai tuoi fratelli nel bosco, presentami a …

Leggi altro

Franco Loi, Essere uomo ed essere poeta…

Vèss òm e vèss puèta… Cum’i can che bàjen a la lüna per natüra, per la passiensa de stà lí a scultà… Vèss òm e vèss puèta… ’Na paüra de vèss un’aria, un buff… duè murí… Vèss òm e vèss puèta… Per la scüra del crèss tra j òmm, despèrdess nel patí, per returnà quèl …

Leggi altro

Giulia Rusconi, Atto unico

Da Atto unico di Giulia Rusconi (Premio Ciampi – Valigie rosse, 2020) cinque estratti. SCENOGRAFIA La poltrona è in legno – scomoda! Un segno che lì ci si deve stare poco. Lui ha una sedia alta con un alto massiccio schienale tipo un trono – da cui può concedere l’assoluzione e il perdono. Nel mezzo …

Leggi altro

Sandro Penna, La lezione di estetica

«Ma che bellezza c’è nella poesia?» Ascolta, quando vedi un forte amico pieno di donne intorno, quando preso sei dall’orchestra, e sotto il riflettore risplendono i colori di una diva che seminuda scende giù in platea, dove tu trasalisci, e sei nascosto da tanta gente!, quando in una notte buia e serena in una piazza …

Leggi altro

Giorgio Caproni, Il mio Enea

Da poco uscito per Garzanti, Il mio Enea di Giorgio Caproni raccoglie una testimonianza completa sull’importanza della figura di Enea nell’opera e nel pensiero di Caproni, sul suo valore letterario, storico e politico. Dal volume, a cura di Filomena Giannotti, con Prefazione di Alessandro Fo e Postfazione di Maurizio Bettini, pubblichiamo alcuni frammenti dal Passaggio …

Leggi altro