Sparizioni

Sparizioni

C’erano tre gradini da salire, subito dopo il cancello. Poi una porta a vetri. Sulla destra, la portineria dove una suora era china su un tavolo in formica. Elena suonò il campanello e la suora alzò la testa quel tanto che bastava per guardarla, poi avvicinò le dita rattrappite sul pulsante. Lo pigiò un paio di volte, ma la porta non si aprì. Fece un gesto della mano come a dire: “aspetta”. Elena la vide sparire dalla portineria e ricomparire di fronte alla porta a...
Leggi altro
Il primo nipote

Il primo nipote

Il primo nipote maschio non era amato dalla nonna perché era maschio e aveva la testa a pera. Alla madre aveva fatto male partorirlo. Era un secondo figlio e quindi più carino del primo, col suo faccione pallido e i suoi occhi indagatori. Alla nonna non piaceva che il bambino stesse sempre a toccarsi: «Metti via quel coso. Fa schifo!». Tutti in famiglia pensavano che la nonna fosse gay. Quando al primo nipote stava per cadere il primo dente, la nonna lo portò in salotto...
Leggi altro
La scrittura e il tradimento. “Il posto” di Annie Ernaux

La scrittura e il tradimento. “Il posto” di Annie Ernaux

Tutto sta, quando (ci) raccontiamo, nelle parole che scegliamo per descrivere altre parole: quelle che sono diventate – per noi che scriviamo – o che devono diventare – per quelli che leggono – cose e fatti concreti, realistici quando non reali, quelle parole che ci hanno definito e che hanno delimitato il mondo in cui abbiamo vissuto. Se c’è dunque una ragione definitiva che rende la letteratura necessaria alla vita quella ragione risiede nella loro comune sostanza, che è fatta di parole. Per anni –...
Leggi altro
Il giorno più bello della storia

Il giorno più bello della storia

Quando Hemingway e Salinger s’incontrarono a Parigi Secondo molti, il giorno più bello della storia è stato il 25 agosto 1944: esattamente settantacinque anni fa, quando Parigi venne liberata dai tedeschi. E proprio quel giorno è la data di una delle grandi storie della letteratura, una storia che però conoscono in pochi: l’incontro tra Ernest Hemingway e Jerome D. Salinger. Nella prima delle foto qui sotto, un giovane Jerome D. Salinger – il futuro autore di Il giovane Holden, di Franny and Zooey e dei...
Leggi altro
Le briciole sul davanzale

Le briciole sul davanzale

Il secondo coccodrillo di questa rubrica è firmato da Romana Petri. È dedicato a un professore di latino, non sappiamo quanto reale o inventato, anche se il confine tra vita e simulazione decade di fronte all’autenticità dei sentimenti messi in gioco. La malinconia per la scomparsa di un uomo è in fondo malinconia per un passato perduto, o forse per un destino perduto. In questo raccontare il vuoto, Petri ha colto in pieno il senso e le possibilità di un genere letterario anomalo che qui cerchiamo...
Leggi altro
poesia del giorno


L'arte della guerra

Il Faraone avanza sotto un cielo di ventagli
l'esercito va sempre a piedi su dodici file
dal deserto di sabbia alle pietre nere di Siria,
un leone senza laccio segue il carro reale.

Dove l'erba è fitta una città d'oriente
manda barbagli. Gli ambasciatori si consultano
fissano il luogo e il giorno dello scontro,
se una delle parti non è pronta la si attende.

Nelo Risi
OFFICINA POESIA
John Ashbery, Autoritratto entro uno specchio convesso

John Ashbery, Autoritratto entro uno specchio convesso

“La Gialla” Poesia 2019

“La Gialla” Poesia 2019

Laura Pugno, L’alea

Laura Pugno, L’alea

Maria Grazia Calandrone, Giardino della gioia

Maria Grazia Calandrone, Giardino della gioia

Fortissimo

Fortissimo

RUBRICHE

Lexotan

a cura di

Giulio Silvano

Coccodrilli

a cura di

Giorgio Nisini

Melotecnica

a cura di

Elisa Casseri

Nodo parlato

a cura di

Lorenzo Pavolini

Con le migliori intenzioni

a cura di

Marco Cubeddu

L'isola deserta

a cura di

Francesca Ferrandi

I dimenticati

a cura di

Flavia Piccinni

La rete aveva un solo buco

a cura di

Ilaria Giudice

Leggere ai tempidei Social Network