Per Mario Benedetti (1955-2020)

Per Mario Benedetti (1955-2020)

Officina Poesia Poesia
Mario Benedetti (Udine, 9 novembre 1955 – 27 marzo 2020) ci ha lasciato poche ore fa. A lui va  il nostro pensiero per l'esempio e per l'opera straordinaria, che ha segnato la storia della poesia italiana degli ultimi decenni, una voce autentica, unica, esemplare per le giovani generazioni. Nel 2017 è uscito il volume Tutte le poesie in  "I Grandi Libri Garzanti Poesia" che raccoglie i testi da Umana gloria (2004) alla suite Questo inizio di noi (2015). Ripercorriamo l'opera di Benedetti con una selezione e con brani dall'introduzione di Stefano Dal Bianco, Antonio Riccardi e Gian Mario Villalta. A...
Leggi altro
Giovanni Giudici, Descrizione della mia morte

Giovanni Giudici, Descrizione della mia morte

Poesia Poesia del Giorno
Poiché era ormai una questione di ore Ed era nuova legge che la morte non desse ingombro, Era arrivato l’avviso di presentarmi Al luogo direttamente dove mi avrebbero interrato. L’avvenimento era importante ma non grave. Così che fu mia moglie a dirmi lei stessa: prepàrati. Ero il bambino che si accompagna dal dentista E che si esorta: sii uomo, non è niente. Perciò conforme al modello mi apparecchiai virilmente, Con un vestito decente, lo sguardo atteggiato a sereno, Appena un po’ deglutendo nel domandare: c’è...
Leggi altro
Luljeta Lleshanaku, Si affrettano a morire

Luljeta Lleshanaku, Si affrettano a morire

Officina Poesia Poesia
Tre poesie di Luljeta Lleshanaku nella traduzione di Julian Zhara.   Si affrettano a morire Stanno morendo uno dopo l’altro; buttare la terra sopra le bare sta diventando un gesto abituale come buttare il sale sul cibo in cottura. Appartengono tutti a una generazione i miei vicini o meglio, a un’epoca e i figli di quell’epoca sono come i cani legati a una slitta, in cerca dell’oro: devono correre forte o rischiano di capovolgerla. Le epoche non sono matematica. Le epoche sono delle spazzole, spazzole...
Leggi altro
Myra Jara Toledo, La distruzione è bianca

Myra Jara Toledo, La distruzione è bianca

Officina Poesia Poesia
Sette poesie da La distruzione è bianca di Myra Jara Toledo, a cura di Carlo Bordini, "Siglo Presente - poesia" collana diretta da Matteo Lefèvre, Edizioni Ensemble, 2019. Alcuni di questi testi erano stati pubblicati negli anni passati nella nostra rubrica "Officina Poesia".   a Carlo Bordini penso a una donna che bacia un uomo l’uomo è un vecchio alto e massiccio nella sua barba bianca ho depositato farfalle pure queste farfalle hanno piedi di acqua, pelle di acqua, ossa di fiamma in queste farfalle...
Leggi altro
Amelia Rosselli, Di sollievo in sollievo…

Amelia Rosselli, Di sollievo in sollievo…

Poesia Poesia del Giorno
Di sollievo in sollievo, le strisce bianche le carte bianche un sollievo, di passaggio in passaggio una bicicletta nuova con la candeggina che spruzza il cimitero. Di sollievo in sollievo on la giacca bianca che sporge marroncino sull'abisso, credenza tatuaggi e telefoni in fila, mentre aspettando l'onorevole Rivulini mi sbottonavo. Di casa in casa telegrafo, una bicicletta in più per favore se potete in qualche modo spingere. Di sollievo in sollievo spingete la mia bicicletta gialla, il mio fumare transitivi. Di sollievo in sollievo tutte...
Leggi altro
Valentina Murrocu, L’altro mondo

Valentina Murrocu, L’altro mondo

Officina Poesia Poesia
Pubblichiamo quattro poesie inedite di Valentina Murrocu (Nuoro, 1992). Laureanda in Storia e Filosofia presso l’Università degli Studi di Siena, Valentina ha pubblicato nel 2018 la sua opera prima di poesia, La vita così com’è, per le Marco Saya Edizioni. Nouveau Réalism Ho aperto uno spazio tra la lampada e il soggiorno, per vedere se ciò che è illuminato è meno oscuro da comprendere, sono rimasta in silenzio ad osservare gli oggetti nella stanza, li ho fissati nel tempo. Ad un tratto, frammentata, qualcosa dice...
Leggi altro
Pier Paolo Pasolini, da La religione del mio tempo

Pier Paolo Pasolini, da La religione del mio tempo

Poesia Poesia del Giorno
Avrei voluto urlare, e ero muto: la mia religione era un profumo. Ed eccolo ora qui, uguale e sconosciuto, quel profumo, nel mondo, umido e raggiante: e io qui, perso nell’atto sempre riuscito e inutile, umile e squisito, di scioglierne l’intatto senso nelle sue mille immagini... Mi ritrovo tenero come un ragazzo all’entusiasmo misterioso, selvaggio, come fu in passato, e stente lacrime mi bagnano la pagina alla vista, nel solicello ardente, di quei due, che – loro sì ragazzi – si perdono svelti, beatamente, nella...
Leggi altro
Gianluca D’Andrea, Present

Gianluca D’Andrea, Present

Officina Poesia Poesia
Pubblichiamo sei poesie di Gianluca D'Andrea, da un libro inedito.   Present Nella terra si perde la moneta nel laghetto, nei pressi del laghetto giunsi per riposare la mia fuga maratoneta. Non oso ripetere come si svolse, la curva s’attorse dell’infosfera ed era sincera, la vicenda dell’uomo col sorriso emoticon dell’ottantotto. Contiamo ogni vent’anni e siamo nella stasi che qualcosa avvenga nel laghetto oltre il riflesso e la noia e il rischio che la bomba sia fagocitata dall’altezza e nel tragitto information highways per blastare...
Leggi altro

Filippo Naitana, Otto poesie

Poesia
Vita nuova Sbucciare un’arancia, mia cara Bice, profuma i giorni di eterno. Delle parole e dei dubbi che tessono la trama fittissima della nostra amicizia fa una festa di spicchi e sereni silenzi. Lì, nella complicità improbabile fra il colore e la lama, infine si quieta il tiranno abbaiare delle passioni.   Stimmate Il santo ha un colorito verdognolo che mal si distingue dal cenerino del saio. Le orecchie grandi e ferine distraggono dai protagonisti del dramma che è il volto: gli occhi rivolti al...
Leggi altro
Carlo Bordini, Strategia

Carlo Bordini, Strategia

Officina Poesia Poesia
Strategia è l'ultimo libro di poesia di Carlo Bordini, da poco uscito per Aragno nella collana "i domani", con prefazione di Claudio Damiani. Pubblichiamo alcune poesie dalla prima sezione.   Hai sempre colpito di rimessa, mentre io mi avvicinavo. mi invitavi, con la guardia abbassata, ora sono stanco di essere colpito. Ma perchè ti irrigidivi di fronte a un mio bacio, a una mia carezza, e poi mi dicevi:     Cercavamo la strategia giusta, avvolti in mille ghirigori, piani di battaglie mai attuate una...
Leggi altro
Davide Castiglione, Doveri di una costruzione

Davide Castiglione, Doveri di una costruzione

Officina Poesia Poesia
Doveri di una costruzione è un libro inedito di Davide Castiglione. Pubblichiamo in anteprima una scelta di poesie.   Se non c’è direzione Passata la statale delle piscine i gusci verdeacqua. Sopra, esteso, dell’altro niente che si riversa in loro: casale deserto, fallire per sport, italia duemilaequalcosa. Se non c’è direzione, si brevetti la pioggia: sarà lei a ricordarci quanto in basso si poggiano occhi e piedi, armi... fermi tutti, se ci siete, fellow passengers qui tanto più la penso quanto più manca e abbaglia,...
Leggi altro
«SEGUÌTO DA UNA PICCOLA CORTE»: DIECI POESIE DI LEONARDO SINISGALLI

«SEGUÌTO DA UNA PICCOLA CORTE»: DIECI POESIE DI LEONARDO SINISGALLI

Officina Poesia Poesia
Da Tutte le poesie, a cura di Franco Vitelli, Mondadori, Milano 2020. Selezione a cura di Dario Bertini. Da “Vidi le Muse. Poesie (1931-1942)”(Mondadori, Milano,1943) Lazzaretto Sul gambo teso è sazio il girasole, Così il peso del giorno è in questo poco Spazio di terra, fresca Tomba alle membra, gremita D'ombra che mi oscura la via Dove tornerò sempre. La sera mi porta lungo la muraglia Ancora un riverbero fioco Di quella perduta forza, E ha un ritorno d'allegria Sui bordi del prato il fuoco...
Leggi altro
Georges Perec, lo spazio (seguito e fine)

Georges Perec, lo spazio (seguito e fine)

Poesia Poesia del Giorno
Vorrei che esistessero luoghi stabili, immobili, intangibili, mai toccati e quasi intoccabili, immutabili, radicati; luoghi che sarebbero punti di riferimento e di partenza, delle fonti: Il mio paese natale, la culla della mia famiglia, la casa dove sarei nato, l’albero che avrei visto crescere (che mio padre avrebbe piantato il giorno della mia nascita), la soffitta della mia infanzia gremita di ricordi intatti… Tali luoghi non esistono, ed è perché non esistono che lo spazio diventa problematico, cessa di essere evidenza, cessa di essere incorporato,...
Leggi altro
Lyra

Lyra

Officina Poesia Poesia
Da poco usciti in contemporanea due nuovi titoli per la collana "Lyra giovani" di Interlinea, a cura di Franco Buffoni: Tommaso Di Dio con Verso le stelle glaciali e Samir Galal Mohamed con Damnatio memoriae. Pubblichiamo cinque poesie da ciascun libro. Tommaso Di Dio, Verso le stelle glaciali (dalla sezione L'occhio azzurro. L'ospedale, la caverna) Vibra il cellulare. È notte, dopo le tre. Dall'altra parte una voce nota, in lacrime. Venite, dice. Dice: è a terra. Il suo cuore non batte più. Davanti al portone,...
Leggi altro
Leonardo Sinisgalli, Un «designer» della poesia

Leonardo Sinisgalli, Un «designer» della poesia

Officina Poesia Poesia
Esce per gli Oscar Mondadori Tutte le poesie di Leonardo Sinisgalli, a cuira di Franco Vitelli. Pubblichiamo un estratto dall'introduzione. Un «designer» della poesia di Franco Vitelli   Un contemporaneo della posterità La fortuna di Leonardo Sinisgalli non è stata sinora pari al suo valore intellettuale. Una peculiarità ha contraddistinto le vicende della sua ricezione; intanto, l’assenza di una popolarità diffusa che lo ha relegato a un destino elitario. Ciò torna in linea con la sua natura che rifuggiva dagli schemi populisti e preferiva rifugiarsi...
Leggi altro
Tanikawa Shuntarō, E poi…

Tanikawa Shuntarō, E poi…

Officina Poesia Poesia
Tanikawa Shuntarō, nato nel 1931, è considerato il più letto e importante poeta giapponese vivente. Maggiore esponente della poesia giapponese moderna, nell’arco di un percorso letterario di quasi settant’anni ha vinto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui i prestigiosi “Premio Yomiuri”, “Premio Hanatsubaki”, “Premio Hagiwara Sakutarō”, “Premio Asahi”. Molte delle oltre settanta raccolte di poesia di Tanikawa sono state tradotte e pubblicate in numerose lingue, tra cui inglese, italiano, francese, tedesco, spagnolo, cinese. In italiano, nel 2011, è stata pubblicata la raccolta d’esordio Una solitudine...
Leggi altro
Mario Luzi, Il gorgo di salute e malattia

Mario Luzi, Il gorgo di salute e malattia

Poesia Poesia del Giorno
"C'è un futuro per l'uomo?" non mancano di domandargli i reporters. E incalzano più esperti galoppini del problema, sociologi, ideologi, preti faccendieri insofferenti del verbo. Pronto, indefinitamente futuribile lui sempre pennella una qualche esauriente non risposta non per loro,certo, per il microfono - solo incolpevole, che io sappia, tra quei peccatori contro l'essenza. Del resto rispondono in sua vece la sua giubba pretenziosa, la sua moglie ciarliera, la sua piccola gloria messa assieme lesinando sopra tutto sull'anima. Via, poi, volatilizzati d'un tratto - e dietro...
Leggi altro
Rossella Pretto, Nerotonia

Rossella Pretto, Nerotonia

Officina Poesia Poesia
Nerotonia è un libro inedito di Rossella Pretto, esordio in poesia dell'autrice, in uscita per Samuele editore. Pubblichiamo in anteprima alcune poesie. Come, thick night, and pall thee in the dunnest smoke of hell, that my keen knife see not the wound it makes, nor heaven peep through the blanket of the dark, to cry, ‘Hold, hold!’ — William Shakespeare   I always speak to myself no more myself but a colander draining the sound from this never-to-be mentioned wound — Alice Oswald    ...
Leggi altro
Kikì Dimulà, “Torna e prendimi”

Kikì Dimulà, “Torna e prendimi”

Poesia Poesia del Giorno
Non il sonno. Il sonno propizio porta i sogni quello inviato dagli dèi ad affondare la bonaccia a incatenare la tempesta così che in fretta e senza ostacoli avvenga la separazione di Ulisse da Calipso alla quale han fatto seccamente sapere “Sta arrivando. Sette anni l’hai tenuto prigioniero nella grotta del tuo amore. Un periodo lungo che stanca il possibile e l’impossibile”. Calipso ha ceduto ma dentro di lei un gran lamento. Il colpevole sentiva dire di vento propizio per la separazione e fu colto...
Leggi altro
Boris Pasternak, Mia tenera amica…

Boris Pasternak, Mia tenera amica…

Poesia Poesia del Giorno
Mia tenera amica, come di notte in volo per il Polo da Bergen, quale peluria tiepida che scrolli via da zampe di folaga la neve caduta, lo giuro, cara, che non mi costa fatica quando ti dico: dimentica, assopisciti. Quando, come la salma dello scafo norvegese stretto dal ghiaccio, nella visione degli inverni, dei pali immoti, brinati, nel bagliore dei tuoi occhi balugino – dormi, consolati, guariscono, queste ferite: calma, non piangere. Quando, proprio come il Nord che oltre gli estremi insediamenti, di nascosto dagli...
Leggi altro
Umberto Piersanti, Il bosco di castagni

Umberto Piersanti, Il bosco di castagni

Officina Poesia Poesia
Tre poesie inedite. Il bosco di castagni Il bosco di castagni lontano, il più lontano, oltre ogni greppo oltre ogni fosso e valle, sotto remoti monti. E la stagione? Il tempo? no, non ricordo, solo c’era l’asiatica e non s’andava a scuola, potevi camminare il giorno intero. E i compagni? di loro più non so il viso e l’andatura, uno era alto, l’altro tozzo e forte e giungemmo tardi alla radura che tra i castagni splende e li rischiara s’aprivano i sentieri tutt’attorno, e se...
Leggi altro
1 2 3 4 10