Ricerca

RICERCA AVANZATA

7 Risultati

POESIA
Imitazione della luna Leonardo Sinisgalli
La luna sanguina alle corna, mite Settembre torna ai davanzali. Ai davanzali una voce balbetta: Luna, luna nova chi ti cerca non ti trova chi ti trova non ti aspetta. Luna mia alta dove è il gatto riverso che si spulcia? Io non lo cerco altrove, luna amorosa. Bruciano Gli occhi al buio, brucia La tuberosa di settembre luna sempre
Leggi tutto...
Imitazione della luna
ARTICOLO
09/12/2015
Brecht tra i garofani selvatici – Poeti peruviani contemporanei /3 Mario Pera
Mario Pera, poeta d’oltreoceano in cui schegge di identità evocano, nella distanza del frammento, un tutto che non può comporsi se non come immagine residuale; strofinandosi contro un corpo principale, che non appare mai sulla pagina, lo costringono a mostrarsi proprio nella sua mancanza: le poesie avviano un processo in cui si compie «il
Leggi tutto...
Brecht tra i garofani selvatici – Poeti peruviani contemporanei /3
ARTICOLO
14/10/2015
Moravia, Pasolini e la Costituzione italiana Lorenzo Pavolini
C’è una leggerezza tutta infantile e inebriante nel giocare con le figurine degli scrittori del passato, tappezzare la stanza con l’effige di uno, tagliuzzare e buttare al cesso quell’altro. Liquidare Moravia con una battuta, sbandierare ovunque Pasolini fino a non poterne più. Ai due è stato augurato ben di peggio. Oggi, al confronto,
Leggi tutto...
Moravia, Pasolini e la Costituzione italiana
POESIA
Eri dritta e felice… Leonardo Sinisgalli
Eri dritta e felice Sulla porta che il vento Apriva alla campagna. Intrisa di luce Stavi ferma nel giorno, Al tempo delle vespe d'oro Quando al sambuco Si fanno dolci le midolla. Allora s'andava scalzi Per i fossi, si misurava l'ardore Del sole dalle impronte Lasciate sui sassi.
Leggi tutto...
Eri dritta e felice…
ARTICOLO
24/11/2014
Imprevedibili – Poeti polacchi contemporanei /2 Ewa Sonnenberg
IMPREVEDEIBILI Amico è una questione fra me e te Sgranare la luce dal duro giorno I piedi si sollevano lievi da terra Significa che sei da qualche parte vicino Il mio corpo indovina la tua presenza Nessuno ha accesso al nostro consentire C’è in noi un silenzio inimmaginabile Come se tutti intorno camminassero in punta di piedi Non
Leggi tutto...
Imprevedibili – Poeti polacchi contemporanei /2
POESIA
Il cimitero marino Paul Valéry
Un tetto calmo, invaso da colombe, Palpita tra i pini, tra le tombe; Giusto il Meriggio vi forma di fiamma Il mare, il mare sempre rinnovato! O compenso al pensiero, un prolungato Sguardo che mira la divina calma. Che puro lavorio di lampi sfuma Tanti diamanti d'indistinta schiuma, E quanta pace si può concepire! Quando sopra
Leggi tutto...
Il cimitero marino
ARTICOLO
19/03/2013
Scrittori che scrivono morendo C. K. Williams
Il Canto [The Singing, da The Singing, 2003] Ritornavo a piedi lungo un pendio verso casa mia un mite pomeriggio sotto ai fiori dei peri che qui impazziscono sgargianti ogni primavera con quel loro trasformarsi quando un giovanotto svoltò da un angolo cantando no era più un gridare cadenzato che per lo più non riuscivo a capire credo
Leggi tutto...
Scrittori che scrivono morendo