Con leggerezza pensami…

Con leggerezza pensami,con leggerezza dimenticami. Come ti illumina un raggio!Sei tutto nella polvere dorata…– E possa non turbartila mia voce da sottoterra. (Koktebel’, 3 maggio 1913) (da “La via delle comete”, a cura di Paolo Galvagni,...

Sonetto dei sette cinesi

Una volta il poeta di Augsburg ebbe a direche alla parete della stanza aveva appesol’Uomo del Dubbio, una stampa cinese.L’immagine chiedeva: come agire? Ho una foto alla parete. Vent’anni fanel mio obiettivo guardarono sette operai cinesi.Guardano diffidenti o ironici...

Averno, 1

Muori quando il tuo spirito muore.Altrimenti, vivi.Puoi non farcela al meglio, ma tiri avanti —non hai altra scelta. Quando lo dico ai miei figlinon prestano attenzione.I vecchi, pensano —fanno sempre così:parlano di cose che non si vedonoper coprire tutti quei...

A Fanny, I

Dottor Natura! sanguini il mio spirito!Liberalo dai versi, e ch’io riposi;gettami sul tuo tripode finchél’ondata dei miei versi che mi occludonotrabocchi dal mio petto troppo pieno.Un tema! un tema! o Gran Natura! un tema;fammi iniziare il sogno.Ecco – ti vedo, te ne...

A questo punto

A questo punto smettidice l’ombra.T’ho accompagnato in guerra e in pace e anchenell’intermedio,sono stata per te l’esaltazione e il tedio,t’ho insufflato virtù che non possiedi,vizi che non avevi. Se ora mi staccoda te non avrai pena,...

Un altro tempo

Per noi come per gli altri esiliati,come per gli incontabili fiori che non sanno contaree tutti gli animali che non devono ricordare,è oggi che viviamo.Tanti provano a dire Non Ora,tanti hanno dimenticato comesi dice Io Sono, e si sarebberopersi, se avessero potuto,...