Archivio mensile: agosto 2013

SAGGIO
L’evidenza della cosa terribile (quinta di molte parti) Massimilano Parente
In “Albertine scomparsa” Proust riesce a colpire simultaneamente il concetto d’amore e l’opera d’arte, quell’idea della posterità dell’opera che in altri punti sembra così cara a Proust, poiché: «in fin dei conti, rimpiangere che una donna che non esiste più ignori che abbiamo scoperto quel che lei faceva sei anni fa è tanto
Leggi tutto...
L’evidenza della cosa terribile (quinta di molte parti)
SAGGIO
L’evidenza della cosa terribile (quarta di molte parti) Massimilano Parente
Ogni amore narrato da Proust si snoda in tappe meccaniche, nell’apparente libertà del sentimento, ma è sempre una trappola perfetta, un gioco di specchi illusionistici, un circolo vizioso e virtuale come del resto è la sessualità umana in generale, e non si salva realmente neppure l’affettività, così determinata in fondo dagli effetti
Leggi tutto...
L’evidenza della cosa terribile (quarta di molte parti)
SAGGIO
No te vayas: il padrone della nostra casa Matteo Nucci
E finalmente si torna alla vita. Finalmente. Anche in questo caso, il significato del termine spagnolo sfugge nella sua doppiezza. Ha poco a che fare con l'univoca sollevazione che si genera in chi pronuncia la parola italiana. Finalmente in questo caso significa di più. O di meno. Racconta più che altro ciò che arriva alla fine. E solo in un
Leggi tutto...
No te vayas: il padrone della nostra casa
SAGGIO
MASCHILITÀ’ XX – Progetto poetico-fotografico di Giovanna Frene e Orlando (quinta e ultima parte) Giovanna Frene e Orlando
MARIANNA / BIANCO …finisco sempre per ritrovarmi freak, fronte femminile del mio desiderio, commistione netta fra la forza e l’immagine forte, forse anche un oggetto qualsiasi con frequenza manuale, o la frustrazione perfetta dilaniata da un essere che si avvicina alla mia anima, a metà tra i generi, maschera
Leggi tutto...
MASCHILITÀ’ XX – Progetto poetico-fotografico di Giovanna Frene e Orlando (quinta e ultima parte)
SAGGIO
L’evidenza della cosa terribile (terza di molte parti) Massimilano Parente
L’immaginazione e l’illusione sono per Proust, come per Leopardi, l’unica realtà (nella quale il pensiero è l’esperienza per eccellenza), e rappresentano senza mezzi termini la caduta di qualsiasi distinzione tra realtà e virtualità. Le illusioni sono la sostanza degli esseri umani, ma le illusioni non esistono e sono in fondo,
Leggi tutto...
L’evidenza della cosa terribile (terza di molte parti)
SAGGIO
Toreria: il Minotauro che abbiamo in noi Matteo Nucci
E finalmente suona la musica. Una musica che chiede il trionfo e il raccoglimento mentre le luci artificiali cambiano la dimensione delle cose. Il cielo è ancora azzurro. Sono quasi le nove e le lampade ingialliscono la terra di albero, schiariscono il manto di Datilero, fanno brillare i lustrini sul vestito di Manuel Escribano. Lui sembra preso
Leggi tutto...
Toreria: il Minotauro che abbiamo in noi
SAGGIO
MASCHILITÀ’ XX – Progetto poetico-fotografico di Giovanna Frene e Orlando (quarta parte) Giovanna Frene e Orlando
MONTY …verso i 14 anni mi sono rassegnata a non sposarti, Amica, perché ero una donna, e non sapevo. prima potevo immaginare di vivere fra Voi e come Voi, col pugno chiuso nel Vostro pugno, le braccia tese nella lotta, i giochi Vostri e miei. ma ciò che cambiò non sono i muscoli o la forza, cambiò il mio ruolo, le parole per
Leggi tutto...
MASCHILITÀ’ XX – Progetto poetico-fotografico di Giovanna Frene e Orlando (quarta parte)
SAGGIO
L’evidenza della cosa terribile (seconda di molte parti) Massimilano Parente
La “Recherche” è la prima opera d’arte darwinista, sia linguisticamente, nel proliferare delle analogie e delle germinazioni semantiche che mutano e si contaminano l’una con l’altra, sia nel profondo della sua consapevolezza scientifica. L’individuo stesso si modifica, si autodivora, che lo voglia o no, e non si accorge delle
Leggi tutto...
L’evidenza della cosa terribile (seconda di molte parti)