Archivio mensile: novembre 2015

ARTICOLO
28/11/2015
Dieci domande – Giuseppe Genna
Perché ha cominciato a scrivere? C’è un’immagine nella sua memoria che ricollega al momento in cui ha deciso di voler diventare scrittore? Era un tardo pomeriggio del 1977 e stavo vedendo in televisione I programmi dell’accesso. Veniva mostrato un intervento su un gruppo di disabili da parte di un illuminato operatore sociale, che
Leggi tutto...
Dieci domande – Giuseppe Genna
ARTICOLO
23/11/2015
Gli emotivi Simona Dolce
Certo, il cuore, chi gli dà retta, ha sempre qualche cosa da dire su quello che sarà. Ma che sa il cuore? Appena un poco di quello che è già accaduto. Alessandro Manzoni I promessi sposi, cap. VIII Era il millenovecentonovantotto. Io avevo quattordici anni. Frequentavo il quinto ginnasio. Leggevo poesie, tutti i giorni, con la metodicità
Leggi tutto...
Gli emotivi
ARTICOLO
18/11/2015
La chiave del giardino Giorgio Montefoschi
Dal numero 72 di «Nuovi Argomenti». Credo che di ogni romanzo che leggiamo – mentre gli anni passano, la trama si fa sempre più opaca, il nome di alcuni personaggi si dimentica, molti episodi scompaiono completamente dalla memoria – una sola immagine, ma quella indistruttibile, sia destinata a rimanere per sempre. Magari è una immagine
Leggi tutto...
La chiave del giardino
ARTICOLO
16/11/2015
Dieci domande – Alessandro Piperno
Perché ha cominciato a scrivere? C’è un’immagine nella sua memoria che ricollega al momento in cui ha deciso di voler diventare scrittore? La mia memoria è un colabrodo. Quando mi guardo indietro amerei tanto vedere un bimbo con la penna in mano pensosamente chino sul foglio bianco mentre fuori splende una bella giornata di ottobre come
Leggi tutto...
Dieci domande – Alessandro Piperno
ARTICOLO
10/11/2015
La scrittura e la morte. Letteratura come giudizio universale Andrea Gentile
Intingere la penna nelle tenebre Nel 1980, appena uscito Il Galateo in Bosco, Andrea Zanzotto incontra gli studenti di una scuola di Parma. Uno studente chiede: “Come mai la poesia contemporanea è spesso difficile da capire?”. Il poeta risponde: “C’è una comprensibilità che si realizza in modo immediato, ma è quella che può avere
Leggi tutto...
La scrittura e la morte. Letteratura come giudizio universale
ARTICOLO
07/11/2015
Dieci domande – Leonardo Colombati
Perché ha cominciato a scrivere? C’è un’immagine nella sua memoria che ricollega al momento in cui ha deciso di voler diventare scrittore? Il mio primo rapporto con la letteratura non è stato da lettore ma da alpinista. Non andavo ancora alle elementari quando, per la gioia dei miei genitori, presi l’abitudine di arrampicarmi su una
Leggi tutto...
Dieci domande – Leonardo Colombati