Musica per le foreste

Quarto seme
Il seme del pastore

Sedevi a lato strada, le capre di vario colore sparse
come semi lungo la strada, ci siamo dovuti fermare,
studiando le corna una ad una per non investirle.
Ci hai guardato dietro i tuoi occhi di scorzadura,
due lune nere piantate lì da prima della crisi,
prima di Karamanlis e dei gemelli-dittatori,
prima di Minosse, di Giasone e Achille.
Che fossimo in un’autovettura
a quattro ruote
o in un calesse trainato da un cavallo bianco
era lo stesso fastidio. Mi piacerebbe sedermi
lì e chiederti quali sono i tuoi sogni, i sogni credo
di un ragazzo che è pastore, di un’anima grande
come una capocchia di mondo

*

Dodicesimo seme
La legge dell’amore universale fra i semi

Ogni seme sa che odiare è tempo perso.
È un sacrilegio odiare un altro seme
o un pezzo di terra o un filo d’erba
perché non corrisponde alle antiche
misure auree, è come odiare la terra
perché ruota su se stessa,
perché gira intorno al sole,
o i grilli perché cantano
per farsi aria

*

Ventottesimo seme
Semi d’acqua

Il seme dell’acqua
si scioglie al primo sguardo,
non c’è bisogno di toccarlo, di schiacciarlo
o di fissarlo a lungo.
La forza
del pensiero
non serve
a nulla.
E’ sufficiente
un lampo
riflesso
e lo stato
solido
lascia
spazio
al mare
d’acqua
dolce

*

Trentaseiesimo seme
Il seme detto del “Big Bang”

Qualsiasi scrittore
che viva sufficientemente
a lungo sulla superfice terrestre,
prima o poi, vorrebbe esplodere come
una supernova. Che tutti, ma
proprio tutti dissetassero
la sete di conoscenza
nella sua sorgente,
come animali
d’un bosco

(Da Ogni albero è un poeta. Storia di un uomo che cammina nel bosco, Mondadori, 2015.)

Immagine: Foto di Mario Verin.

Caporedattrice Poesia

Maria Borio è nata nel 1985 a Perugia. È dottore di ricerca in letteratura italiana contemporanea. Ha pubblicato le raccolte Vite unite ("XII Quaderno italiano di poesia contemporanea", Marcos y Marcos, 2015), L’altro limite (Pordenonelegge-Lietocolle, Pordenone-Faloppio, 2017) e Trasparenza (Interlinea, 2019). Ha scritto le monografie Satura. Da Montale alla lirica contemporanea (Serra, 2013) e Poetiche e individui. La poesia italiana dal 1970 al 2000 (Marsilio, 2018).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.