Wystan Hugh Auden, I tre magi


Il tempo è stato terribile,
la campagna è desolata,
palude, giungla, roccia: echi beffardi
chiamano illegittima la nostra speranza;
ma una sciocca canzone
può aiutare la vostra
sempre e semplicemente;
infine noi sappiamo per certo di essere tre vecchi peccatori
che questo viaggio è troppo lungo, che ci mancano i nostri pranzi
che rimpiangiamo le nostre mogli, i nostri libri, i nostri cani,
ma abbiamo solo la più vaga idea del perché siamo quel che siamo.
Scoprire in che maniera essere umani ora:
è la ragione per cui seguiamo questa stella.

 

(da W. H. Auden, For the Time Being: A Christmas Oratorio, 1944)