Memorie per dopodomani. Franco Fortini 1917-1994

da | Nov 17, 2014

Memorie per dopodomani è il titolo scelto da Fortini per una breve raccolta di suoi scritti pubblicati a Siena nel 1984. Quel titolo, a trent’anni di distanza e nel ventesimo anniversario della morte di Fortini, dà il nome a una serie di iniziative culturali volte a indagarne l’opera nei suoi vari aspetti. Il programma del ciclo, che si inserisce in un più ampio insieme di iniziative e interventi dedicati a Fortini su tutto il territorio nazionale, vede due città toscane protagoniste: Firenze, dove Fortini è nato e ha operato fino al 1941, e Siena, dove ha insegnato all’università dal 1971.

Giovedì 20 Novembre | Stanze della Memoria, Via Malavolti 9, SIENA
ore 10.30 Presentazione alla stampa e apertura del percorso espositivo multimediale all’interno delle Stanze della Memoria
ore 17.30 “La memoria del possibile”. Memoria e oblìo nella società dello spettacolo: ipotesi per una nuova verifica dei poteri
Intervengono Mario Pezzella, Massimo Cappitti, Daniele Balicco
Introduce Dario Ceccherini

*

Martedì 25 Novembre | Museo Novecento, P.za Santa Maria Novella 10, FIRENZE
ore 17.30 Fortini pittore e incisore: frammenti di un itinerario tra arte e letteratura.
In esposizione opere originali e videoproiezione di dipinti e disegni provenienti dell’Archivio Fortini dell’Università di Siena
Intervengono Enrico Crispolti e Marcello Ciccuto
Coordina Valentina Gensini

*

Venerdì 28 Novembre | Gabinetto Viesseux, P.za Strozzi FIRENZE
ore 17.30 Presentazione del saggio di Luca Daino, “Fortini nella città nemica: l’apprendistato intellettuale di Franco Fortini a Firenze” (Milano, Unicopli, 2013)
Intervengono Stefano Carrai, Franco Contorbia e Giuseppe Nava
Coordina Gloria Manghetti

*

Sabato 29 Novembre | Biblioteca Comunale degli Intronati, Via della Sapienza 3, SIENA
ore 16.30 Lettura di poesie di Franco Fortini
A cura di Stefano Dal Bianco e Incontrotesto

*

Domenica 30 Novembre Corte dei Miracoli – Complesso San Niccolò, Via Roma 56, SIENA
ore 16.30 Lettura ad alta voce: “I cani del Sinai” di Franco Fortini
A cura di Andrea Traversi – Teatro della pioggia
Partecipano Cristina Alziati e Francesco Diaco

*

Giovedì 4 Dicembre | Stanze della Memoria, Via Malavolti 9, SIENA
ore 17.30 No al fascismo: una volta per sempre.
Incontro con Cecilia Mangini e Michela Zegna
Coordinano Luca Lenzini e Lorenzo Pallini
ore 20.30 proiezione di All’armi siam fascisti (1961) di Cecilia Mangini, Lino del Fra e Lino Miccichè, testo di Franco Fortini

*

Venerdì 5 Dicembre | Stanze della Memoria, Via Malavolti 9, SIENA
ore 17.30 Mutare il destino in libera scelta. La riscoperta di un film di montaggio perduto e “maledetto”.
Incontro con Cecilia Mangini e Michela Zegna
Coordina Lorenzo Pallini
ore 20.30 proiezione di Processo a Stalin (1963) di Fulvio Lucisano e Renato May

*

Sabato 6 Dicembre ore 17.30 | Le Murate spazio SUC, P.za delle Murate FIRENZE
“Il mio verbo è al presente”: tre poeti contemporanei incontrano Fortini.
Durante la serata Roberto Talamo eseguirà dal vivo le Canzonette del Golfo, da lui stesso musicate a partire dai testi omonimi di Fortini.
Intervengono Andrea Inglese, Paolo Maccari, Andrea Gibellini

*

Martedì 9 Dicembre | Cinema Stensen, Viale Don Minzoni 25, FIRENZE
ore 17.30 proiezione di Scioperi a Torino (1962) di Carla e Paolo Gobetti, testo di Franco Fortini
A seguire, incontro con Sergio Bologna, Sergio Toffetti, Silvia Luzi e Luca Bellino
ore 20.30 proiezione del documentario Dell’arte della guerra (2012) di Silvia Luzi e Luca Bellino

 

Caporedattrice Poesia

Maria Borio è nata nel 1985 a Perugia. È dottore di ricerca in letteratura italiana contemporanea. Ha pubblicato le raccolte Vite unite ("XII Quaderno italiano di poesia contemporanea", Marcos y Marcos, 2015), L’altro limite (Pordenonelegge-Lietocolle, Pordenone-Faloppio, 2017) e Trasparenza (Interlinea, 2019). Ha scritto le monografie Satura. Da Montale alla lirica contemporanea (Serra, 2013) e Poetiche e individui. La poesia italiana dal 1970 al 2000 (Marsilio, 2018).


ULTIMO NUMERO

ACQUISTA ORA