Amelia Rosselli, La passione mi divorò giustamente…

Amelia Rosselli, La passione mi divorò giustamente…

Poesia Poesia del Giorno
La passione mi divorò giustamente la passione mi divise fortemente la passione mi ricondusse saggiamente io saggiamente mi ricondussi alla passione saggistica, principiante nell’oscuro bosco d’un noioso dovere, e la passione che bruciava nel sedere a tavola con i grandi senza passione o volendola dimenticare io che bruciavo di passione estinta la passione nel bruciare io che bruciavo di dolore nel vedere la passione così estinta. Estinguere la passione bramosa! Distinguere la passione dal vero bramare la passione estinta estinguere tutto quel che è estinguere tutto ciò che rima con è: estinguere me, la passione la passione fortemente bruciante che...
Leggi altro
Nicoletta Bidoia, Scena muta

Nicoletta Bidoia, Scena muta

Officina Poesia Poesia
Alcune poesie da Scena muta di Nicoletta Bidoia (Ronzani 2020), seguite da una nota critica inedita di Davide Castiglione. da La morsa Si è portati a pensare a una colpa quando si vedono congelare i passeri in volo e poi cadere. Sta succedendo qualcosa, ci siamo detti, tra la terra che ci addenta in banchisa e il cielo che si addensa e impallidisce ogni precetto. Nella distesa vasta di scongiuri il grido di chi prima taceva si propaga rapido fino in Boemia.   da Il...
Leggi altro
Stelvio Di Spigno, Minimo umano

Stelvio Di Spigno, Minimo umano

Officina Poesia Poesia
Cinque poesie in anteprima da Minimo umano di Stelvio Di Spigno, collana di "Testo a Fronte", Marcos y Marcos, 2020.   Nel movimento, infatti, non si può pervenire al minimo assoluto, come è un centro fisso, perché il minimo necessariamente coincide col massimo. Il centro del mondo coincide con la circonferenza. Ma il mondo non ha circonferenza. NICCOLÒ CUSANO     Variante lombarda Lago di Garda, giugno 2005 Ci sono questi laghi calmi e oblunghi che non dicono niente a nessuno, e stanno zitti e...
Leggi altro
“Il prato è la custodia, il feretro, l’arca”. Nota sulla poesia di Mario Benedetti

“Il prato è la custodia, il feretro, l’arca”. Nota sulla poesia di Mario Benedetti

Officina Poesia Poesia
di Diego Bentivegna La versione di questo testo riprende, con lievi modifiche, la nota introduttiva alla poesia di Mario Benedetti nel libro Viaggio in Italia. 8 poetas italianos contemporáneos, Buenos Aires, Sigamos Enamoradas, 2009.   Mario Benedetti plasma i suoi testi con la cura di un artigiano che nel suo laboratorio plasma i reliquiari, che forgia custodie per la polvere e la memoria. La sua scrittura nasce in un’officina, in un vero laboratorio poetico, uno dei più accurati e nutriti di strumenti formali della poesia...
Leggi altro
Ilaria Palomba, Città metafisiche

Ilaria Palomba, Città metafisiche

Officina Poesia Poesia
Pubblichiamo un'anticipazione del libro di Ilaria Palomba Città metafisiche, da poco uscito per Edizioni Ensemble, con una nota introduttiva di Gabriele Galloni.   Third time’s a charm, dicono gli inglesi. La terza volta è quella giusta, la migliore. E così è anche per la scrittrice Ilaria Palomba, che con Città metafisiche è giunta alla sua terza prova poetica. Il libro porta a compimento le premesse dei due libri precedenti e ne è, in qualche modo, la pietra tombale. Intendo dire che dopo Città metafisiche la...
Leggi altro
Mario Luzi, In due

Mario Luzi, In due

Poesia Poesia del Giorno
«Aiutami» e si copre con le mani il viso tirato, roso da una gelosia senile, che non muove a pietà come vorrebbe ma a sgomento e a orrore. «Solo tu puoi farlo» insistono di là da quello schermo le sue labbra dure e secche, compresse dalle palme, farfugliando. Non trovo risposta, la guardo offeso dalla mia freddezza vibrare a tratti dai gomiti puntati sui ginocchi alla nuca scialba. «L’amore snaturato, l’amore infedele al suo principio» rifletto, e aduno le potenze della mente in un punto...
Leggi altro
Emanuele Franceschetti, Testimoni

Emanuele Franceschetti, Testimoni

Officina Poesia Poesia
Questi testi di Emanuele Franceschetti alludono ad una stagione nuova della sua scrittura che, pur mantenendo elementi di forma e dettato già consolidati - ad esempio una certa propensione per le chiusure lapidarie (“Se guardi tutto questo/ non cerchi l’eleganza del dettato,/ non conosci la pace della forma. /Sai solo la tua assenza.”) - introducono spunti e modalità che dialogano con una certa ricerca contemporanea (mi viene in mente, per certe cadenze verso la prosa, il Mazzoni del secondo libro, ma non solo). Anche le...
Leggi altro
Salvatore Quasimodo, E la tua veste è bianca

Salvatore Quasimodo, E la tua veste è bianca

Poesia Poesia del Giorno
Piegato hai il capo e mi guardi; e la tua veste è bianca, e un seno affiora dalla trina sciolta sull’omero sinistro. Mi supera la luce; trema, e tocca le tue braccia nude.Ti rivedo. Parole avevi chiuse e rapide, che mettevano cuore nel peso d’una vita che sapeva di circo.Profonda la strada su cui scendeva il vento certe notti di marzo, e ci svegliava ignoti come la prima volta.   Da Salvatore Quasimodo, Tutte le poesie, a cura di Carlangelo Mauro, introduzione di Gilberto Finzi,...
Leggi altro
Ida Vitale, Pellegrino in ascolto

Ida Vitale, Pellegrino in ascolto

Officina Poesia Poesia
Pellegrino in ascolto è un'antologia della poetessa uruguaiana Ida Vitale. A cura di Pietro Taravacci, copre un arco temporale dal 1945 al 2015. Pubblichiamo una scelta di poesie. da Parola data, 1953 CANONE Tutto è già stato detto e un fulgore di secoli lo difende dall’eco. Come cantare il vago profumo della notte, l’autunno che cresce nel mio fianco, l’amicizia, le opere, il giorno d’oggi, bello e morto per sempre, o i passeri tranquilli dei tramonti? Come dire di amore, il suo ritorno indomito ogni...
Leggi altro
Louise Glück, Il trionfo di Achille

Louise Glück, Il trionfo di Achille

Officina Poesia Poesia
Riproponiamo otto testi di Louise Glück, Premio Nobel per la Letteratura 2020, nella versione inedita di Damiano Abeni che avevamo pubblicato nel numero 75 di «Nuovi Argomenti». FIOR D’ANGELO Non è la luna, ti assicuro. Sono questi fiori che accendono il giardino. Li odio. Li odio come odio il sesso, la bocca d’uomo che mi sigilla la bocca, il corpo paralizzante d’uomo — e il grido che sfugge sempre, la bassa, umiliante premessa dell’unione — Nella mia testa stasera sento la domanda e la risposta...
Leggi altro
Laura Pugno, Noi

Laura Pugno, Noi

Officina Poesia Poesia
Pubblichiamo la serie oltrelontano da Noi di Laura Pugno, collana "A27", Amos Edizioni, 2020. oltrelontano cerca il giorno nel bosco, leggi le tracce di sole sulla corteccia degli alberi, quello che sbianca e brucia, sei il ragazzo, la ragazza – l’istante prima di perdersi nel bosco, di voltarsi tra due luci, si accendono insieme, quella alle tue spalle – non più cesserà di splendere, è perduta l’istante del tuo passo, e per questo questo solo, brucia ancora e ancora, ma tu non puoi tornare –...
Leggi altro
Vittorio Sdereni, Non sa più nulla, è alto sulle ali…

Vittorio Sdereni, Non sa più nulla, è alto sulle ali…

Poesia Poesia del Giorno
Non sa più nulla, è alto sulle ali il primo caduto bocconi sulla spiaggia normanna. Per questo qualcuno stanotte mi toccava la spalla mormorando di pregar per l'Europa mentre la Nuova Armada si presentava alle coste di Francia. Ho risposto nel sonno: - E' il vento, il vento che fa musiche bizzarre. Ma se tu fossi davvero il primo caduto bocconi sulla spiaggia normanna prega tu se lo puoi, io sono morto alla guerra e alla pace. Questa è la musica ora: delle tende che...
Leggi altro
Nino De Vita, Il bianco della luna

Nino De Vita, Il bianco della luna

Officina Poesia Poesia
Da Il bianco della luna. Antologia personale (1984-2019) di Nino De Vita, con prefazione di Emanuele Trevi, collana "novecento ∕ duemila" diretta da Diego Bertelli e Raoul Bruni per Le Lettere (2020), pubblichiamo in anteprima due poesie inedite, seguite dalla prefazione di Emanuele Trevi.   da Tuttu ’u munnu si rruri (Tutto il mondo si tormenta) - poesie inedite L’aranciaru Era pi dunn’egghè ddu ciàvuru ri mustu. Vinia ru malasenu, ri nne stipa càrrichi, nfilignera, e gghjia pi nna cucina, p’i càmmari, niscia, si nnacchiava...
Leggi altro
Elio Pagliarani, A spiaggia non ci sono colori…

Elio Pagliarani, A spiaggia non ci sono colori…

Poesia Poesia del Giorno
A spiaggia non ci sono colori la luce quando è intensa uguaglia la sua assenza perciò ogni presenza è smemorata e senza trauma acquisita solitudine Le parole hanno la sorte dei colori disteso sulla sabbia parla un altro sulla sabbia supino con le mani dietro la testa le parole vanno in alto chi le insegue più bocconi con le mani sotto il mento le parole scendono rare chi le collega più sembra meglio ascoltare in due il tuo corpo e tu ma il suono senza...
Leggi altro
Natalie Diaz, When My Brother Was an Aztec

Natalie Diaz, When My Brother Was an Aztec

Officina Poesia Poesia
I testi qui presenti provengono dal primo libro di Natalie Diaz, When My Brother Was an Aztec (Copper Canyon Press, 2012). Traduzioni a cura del Laboratorio di poesia Monteverdelegge che da nove anni lavora presso la bibliolibreria Plautilla c/o CSM Cantiere 24, ASL Roma D (Maria Adelaide Basile, Marta Izzi, Giselda Mantegazza, Fiorenza Mormile, Anna Maria Rava, Anna Maria Robustelli, Jane Wilkinson).  Natalie Diaz è nata nel villaggio di Needles nella Riserva indiana di Fort Mojave in Arizona. È membro della tribù di Gila River;...
Leggi altro
Umberto Piersanti, Odori, erba spagna…

Umberto Piersanti, Odori, erba spagna…

Officina Poesia Poesia
Due poesie inedite. Odori e se pensi a quegli anni, gli anni della casa nel fosso sprofondata, è l’odore del fieno che t’entra dentro, e poi dell’acqua, verde, di raganella e foglie larghe, passa il cugino dal sorriso furbo con le pecore lente tra l’odore azzurro d’erba spagna, poi scende tra le viti e lì resta, resta per sempre, succhia i grandi acini rossi, di bersigana, e sorride furbo agosto 2020 (Bersigana è un’uva dagli acini rossastri.)     Primi di settembre si è fatto...
Leggi altro
Amelia Rosselli, Tènere crescite…

Amelia Rosselli, Tènere crescite…

Poesia Poesia del Giorno
Tènere crescite mentre l’alba s’appressa tènere crescite di quest’ansia o angoscia che non può amare né sé né coloro che facendomi esistere mi distruggono. Tenerissima la castrata notte quando dai singulti dell’incrociarsi della piazza con strada sento stridori ineccepibili, le strafottenti risa di giovanotti che ancora vivere sanno se temere è morire. Nulla può distrarre il giovane occhio di tanta disturbanza, tante strade a vuoto, le case sono risacche per le risate. Mi ridono ora che le imposte con solenne gesto rimpalmano altre angosce di...
Leggi altro
Margaret Atwood, Brevi scene di lupi

Margaret Atwood, Brevi scene di lupi

Officina Poesia Poesia
Pubblichiamo in anteprima una scelta di testi dalla prima antologia italiana di poesie di Margaret Atwood, Brevi scene di lupi, a cura di Renata Morresi, edito da PontealleGrazie, che abbraccia tutta la produzione poetica della Atwood, dal 1966 al 2020.   da The Animals in That Country (Gli animali di quel paese, 1968) It is Dangerous to Read Newspapers While I was building neat castles in the sandbox, the hasty pits were filling with bulldozed corpses and as I walked to the school washed and...
Leggi altro
Meng Lang, Tian’anmen. Un diario poetico

Meng Lang, Tian’anmen. Un diario poetico

Officina Poesia Poesia
Meng Lang (1961-2018), pseudonimo di Meng Junliang, ha cominciato la sua attività poetica negli anni Ottanta, prendendo parte a gruppi poetici sperimentali e curando, insieme ad altri, un’importante antologia di poeti modernisti cinesi, pubblicata nel 1988. In seguito al massacro di piazza Tian’anmen del giugno 1989 e un arresto per detenzione di pubblicazioni illegali, lascia la Cina continentale e vive in esilio fra Stati Uniti, Hong Kong e Taiwan, fino alla morte prematura. “Sparo di partenza” e “Senza titolo” sono tratte dall’antologia collettiva Nuovi poeti...
Leggi altro
Francesco Ottonello, Isola aperta

Francesco Ottonello, Isola aperta

Officina Poesia Poesia
Sei poesie inedite. Strada per tornare a casa Vedo mia madre rifarsi bambina sussultava di gioia, alla sua guida costeggiando la laguna ’e Santa Igia, se appariva un fenicottero in volo – la colpa è stata nei vostri ritardi, troppo forte il terrore di lasciarvi se emergeva il timore di scoprirvi vivi ancora, da capo sui sessanta.   Perdendo l’isola Piango il mondo prima di me il mondo ingiusto, che tu sfinirai. Attenderemo soli uno spiraglio sfasciando la vita che ci trascina continenti, scagliati –...
Leggi altro
Adam Zagajewski, Guarire dal silenzio

Adam Zagajewski, Guarire dal silenzio

Officina Poesia Poesia
Guarire dal silenzio è una raccolta antologia di poesie di Adam Zagajewski (dal suo ultimo libro La vera vita, 2019, a Comunicato, 1972), a cura di Marco Bruno, uscita per “Lo Specchio” Mondadori. Pubblichiamo una selezione di sei poesie dagli ultimi due libri di Zagajewski: La vera vita e Asimmetria (2014). da La vera vita (2019) Alba invernale Accade, d’inverno, che all’alba un taxi ti porti all’aeroporto (ancora un festival). Ti riporti qualcosa alla memoria, e ancora non sei sazio di sonno: è pur vero...
Leggi altro
1 14 15 16