Non Fiction

Le briciole sul davanzale

Le briciole sul davanzale

Coccodrilli Non Fiction
Il secondo coccodrillo di questa rubrica è firmato da Romana Petri. È dedicato a un professore di latino, non sappiamo quanto reale o inventato, anche se il confine tra vita e simulazione decade di fronte all’autenticità dei sentimenti messi in gioco. La malinconia per la scomparsa di un uomo è in fondo malinconia per un passato perduto, o forse per un destino perduto. In questo raccontare il vuoto, Petri ha colto in pieno il senso e le possibilità di un genere letterario anomalo che qui cerchiamo di esplorare e reinventare: il necrologio. Come sempre mi sembra superfluo aggiungere che ogni morte...
Leggi altro
La festa dell’insignificanza

La festa dell’insignificanza

Leggere ai tempi dei social network Non Fiction
Leggere La festa dell’insignificanza si è rivelata una pura casualità. Non è stata una lettura premeditata, né appartiene a quella categoria di romanzi che hanno occupato gli scaffali della mia libreria per un tempo indefinito, in attesa del loro momento. Qualsiasi “lettore forte” si riconoscerà in ciò che ho appena scritto: mi riferisco a quella necessità, talvolta compulsiva, di accumulare libri su libri, quasi si avesse il timore di rimanerne all’improvviso sprovvisti o di perdere per strada il romanzo adocchiato, in quel particolare frangente. Mi...
Leggi altro
Capire la complessità: “In piena luce” di Zoë Wicomb

Capire la complessità: “In piena luce” di Zoë Wicomb

Leggere ai tempi dei social network Non Fiction
Città del Capo, immediato post-apartheid. Marion Campbell, giovane sudafricana bianca (no, questa volta non si può evitare di porre enfasi sul colore della pelle, poi capirete perché), gestisce un’agenzia di viaggi e sembra incarnare il prototipo della donna emancipata. Vive sola in un condominio lussuoso vista mare, passa le sue serate nel letto a baldacchino che ha sempre sognato e guida una Mercedes. È single e sembra non sentire l’esigenza di aver un uomo con cui spartire il materasso né di amicizie cui poter telefonare...
Leggi altro
Ulisse racconta

Ulisse racconta

Non Fiction
«In un angolo remoto dell’universo scintillante e diffuso attraverso infiniti sistemi solari c’era una volta un astro, su cui animali intelligenti scoprirono la conoscenza. Fu il minuto più tracotante e menzognero della “storia del mondo”: ma tutto ciò durò solo un minuto. Dopo pochi respiri della natura, la stella s’irrigidì e gli animali intelligenti dovettero morire.» Così Nietzsche, con una favola agghiacciante, deride il filosofo che pone l’uomo al centro dell’universo. Ai tempi in cui l’idea o l’uomo che chiamiamo per convenienza Omero sbatteva i...
Leggi altro
Addio fantasmi

Addio fantasmi

Leggere ai tempi dei social network Non Fiction
«Leggendo non cerchiamo idee nuove, ma pensieri già da noi pensati, che acquistano sulla pagina un suggello di conferma. Ci colpiscono degli altri le parole che risuonano in una zona già nostra – che già viviamo – e facendola vibrare ci permettono di cogliere nuovi spunti dentro di noi.» Cesare Pavese, Il mestiere di vivere. Diario (1935-1950)   Nessuna citazione potrebbe essere più calzante di questa mentre mi accingo a parlare di uno dei libri più intensi che abbia letto, con il suo stile immediato...
Leggi altro
Luglio – tra i cactus e gli Champs

Luglio – tra i cactus e gli Champs

Lexotan Non Fiction
1 – Paul Auster parla «È strano che la realtà somigli alla finzione, ma non possiamo interpretarle tutt’e due allo stesso modo. Se iniziassimo a leggere la realtà come se fosse un romanzo cadremmo nella pazzia», dice Paul Auster alla professoressa I.B. Siegumfeld, che con le sue domande ricerca gli spunti e le origini dei libri dell’autore americano. Sembra che tutta la sua vita si incroci alla scrittura, che ogni evento porti a prendere in mano la matita: non avere l’autografo del suo giocatore di...
Leggi altro
L’incanto dell’essere giovane

L’incanto dell’essere giovane

Leggere ai tempi dei social network Non Fiction
“Mandami tanta vita” immagina gli ultimi giorni dell’editore Gobetti. Un racconto sulla giovinezza, intesa come il tempo del possibile, e sull’amore di chi ha deciso di fare dei libri la propria vita. Ho dei fotogrammi impressi nella memoria: la gioia di un viaggio, un treno che sfreccia in una calda estate italiana e la copertina arancione di un libro su cui si stagliano delle mongolfiere e poi quel titolo, Mandami tanta vita, di gobettiana memoria. Nell’estate in cui lessi il romanzo di Paolo Di Paolo,...
Leggi altro
Quel secolo che nessuno sa insegnare

Quel secolo che nessuno sa insegnare

Non Fiction
La prima impressione è che ci sia in corso una partita a mosca cieca: il signor Tema-del-ministero (per dire) che, bendato, prova a toccare quelli che gli stanno intorno e si muovono, si sottraggono, sfuggono: si chiamano tutti Novecento. In breve: il Novecento ha tante forme e non si lascia acchiappare. E così sfilano uno dopo l’altro il vecchio Ungaretti (quello della poesia scelta, non bellissima, era un Ungaretti giovane, ma Ungaretti ha quel famoso e rugoso aspetto da vecchio così iconico che lo abbiamo...
Leggi altro
Giugno – Viaggi e miraggi

Giugno – Viaggi e miraggi

Lexotan Non Fiction
1 – Passaggenwerk in gondola Sembrava che Walter Benjamin non tenesse un diario se non per occasioni speciali e per i viaggi. In Scritti autobiografici, sono raccolti diari e cronache, appunti e cv, vacanze tra Londra e Chamonix, in motonave verso Ibiza o nello studio di Bertolt Brecht dove, «su una delle travi del soffitto sta scritto, “la verità è concreta”». Vediamo la lingua del giovane che cresce mentre lui imbianca e la Germania diventa un luogo da cui fuggire. Ventenne, nel 1912, Benjamin è...
Leggi altro
Ca + P + Os + Se + La

Ca + P + Os + Se + La

Melotecnica Non Fiction
Ca + P + Os + Se + La → CaPOsSeLa (calcio, fosforo, osmio, selenio, lantanio) La spettroscopia atomica dell'umanità «Il vero inferno è una cosa senza rumore. Esso non delira o infuria, non è una bestia feroce, ma un che, un qualcuno di sordido e molle che s'insinua in noi, quando con noi non nasca, e a poco a poco riempie tutte le nostre cavità, fino a soffocarci. Esso è fatto di giorni inerti (chimicamente parlando), d'infedeltà a noi stessi, di continui cedimenti. E...
Leggi altro
La torre d’avorio

La torre d’avorio

La torre d'avorio Non Fiction
Scriveva Proust che «un libro è il prodotto di un io diverso da quello che si manifesta nelle nostre abitudini, nella vita sociale, nei nostri vizi». Se vogliamo cercare di comprendere un tale io «possiamo attingerlo solo nel profondo di noi stessi». Per farlo, lo scrittore spesso decide di isolarsi dal mondo. C’è una scena ne Il rosso e il nero in cui Julien Sorel va sulle montagne e «come un uccello da preda» si nasconde in una grotta tra le rocce. Lì dentro «ebbe...
Leggi altro
A un involontario maestro

A un involontario maestro

Coccodrilli Non Fiction
Qualche tempo fa ho iniziato un po' giocosamente a progettare una raccolta di coccodrilli dedicati ai miei amici e maestri. Maestri ancora in vita, intendo. Non capivo se il progetto avesse un senso che andasse al di là del semplice ritratto personale. Poi mi sono ricordato di Alfred Nobel, l’inventore della dinamite, che decise di istituire il premio che prese il suo nome dopo aver letto un feroce necrologio che gli era stato dedicato, per errore, da una rivista francese, che lo aveva scambiato per...
Leggi altro
Con le migliori intenzioni #1

Con le migliori intenzioni #1

Con le migliori intenzioni Non Fiction
Le presentazioni dei libri sono notoriamente croce e delizia di chi scrive. Non c'è scrittrice o scrittore - dalla brillante promessa al venerato maestro, passando per l'enorme caravanserraglio di soliti stronzi - che non abbia almeno un trauma a riguardo. Dopo la serata "Mirto con l'autore" al Festival delle storie di Gavoi 2017, tra infiniti giri di bicchierini per gli autori invitati a raccontare sul palco i momenti più imbarazzanti della loro vita e per il nutrito pubblico di appassionati (o alcolizzati) seduti ad ascoltare,...
Leggi altro
(M) Am + Th + O + Ni + He + Th + Ta

(M) Am + Th + O + Ni + He + Th + Ta

Melotecnica Non Fiction
(M) Am + Th + O + Ni + He + Th + Ta → (M) AmThONiHeThTa (americio, torio, ossigeno, nichel, elio, tantalio) Il decadimento radioattivo delle nostre ragioni «È più complicato di così, tesoro. Per quanto complicato tu ritenga che sia, tutto è sempre ancora più complicato. Non ci sono scorciatoie. Non per quanto riguarda la comprensione e non per quanto riguarda la conoscenza. Non puoi mettere tutto sullo stesso piano. Ascolta, persino un sasso non equivale a nessun altro sasso, quindi non so...
Leggi altro
Zn + C + Ir + Cu +S → Zn CIrCuS

Zn + C + Ir + Cu +S → Zn CIrCuS

Melotecnica Non Fiction
Zn + C + Ir + Cu +S → Zn CIrCuS (zinco, carbonio, iridio, rame, zolfo) La correlazione quantistica del mondo che siamo «Giocare con le parole come faceva A. da scolaretto, dunque, non era tanto una ricerca della verità quanto una ricerca del mondo come si manifesta nella lingua. Una lingua non è verità: è il nostro modo di esistere nel mondo. Giocare con le parole significa semplicemente esaminare i meccanismi della mente, rispecchiare una particella del mondo così come la mente la percepisce....
Leggi altro
L’impressionismo sentimentale di Irène Némirovsky

L’impressionismo sentimentale di Irène Némirovsky

Non Fiction
Quando nel 2004 sua figlia fece emergere e pubblicare in Francia il romanzo, pure se incompiuto, rimasto in una valigetta per oltre sessant’anni, Suite francese, tutti si resero conto che per troppo tempo ci si era dimenticati di Irène Némirovsky. Ma la Suite, tragica e abbagliante vicenda autobiografica e insieme affresco di un’epoca raccontati in presa diretta, durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e appena prima che Irène venisse arrestata e deportata ad Auschwitz e lì morire, è solo l’ultimo bagliore, e neppure, a...
Leggi altro
Storia di un principe scrittore: il Gattopardo spiegato ai ragazzi

Storia di un principe scrittore: il Gattopardo spiegato ai ragazzi

Non Fiction
Sessant’anni sono una buona distanza per misurare la fortuna di un classico, e il Gattopardo non ha mai smesso di appassionare e far riflettere fin dalla sua apparizione nel 1957, finendo per incarnare lo stereotipo letterario e politico che più ci identifica come italiani. Un recente libro di Maria Antonietta Ferraloro, Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Il Gattopardo spiegato a mia figlia (edito da La Nuova Frontiera 2017, e illustrato da Giulia Rossi) si propone di farlo entrare anche nell’immaginario dei più piccoli, prima ancora che...
Leggi altro
Il mondo secondo Irene Brin

Il mondo secondo Irene Brin

Non Fiction
(Postfazione al volume Il mondo di Irene Brin, che raccoglie per la prima volta una selezione degli scritti dell'autrice pubblicati dagli anni Quaranta agli anni Sessanta. Il volume è stato curato da Flavia Piccinni per Atlantide Edizioni) Da quando sono bambina, ho sempre perso tutti i libri che mi sono passati fra le mani e sotto gli occhi. Gli unici che non ho mai smarrito, e che ho sempre tenuto in prossimità – sopra il comodino, sotto il letto, appoggiati sulla scrivania, dentro la borsa,...
Leggi altro
Roma di carta

Roma di carta

Non Fiction
Roma di carta. Guida letteraria della città di Raffaello Palumbo Mosca, uscito per Il Palindromo (Palermo, 2017), tra non fiction e saggistica attraversa con acume e freschezza i paesaggi romani e la loro storia culturale. Pubblichiamo il primo capitolo del volume. E però è da sapere che in tre modi si chiamano propriamente le genti che vanno al servigio dell’Altissimo: chiamansi palmieri in quanto vanno oltremare, là onde molte volte recano la palma; chiamansi peregrini in quanto vanno a la casa di Galizia, però che...
Leggi altro
V + As + Co + Br + O + Nd + I

V + As + Co + Br + O + Nd + I

Melotecnica Non Fiction
V + As + Co + Br + O + Nd + I → VAsCo BrONdI (vanadio, arsenico, cobalto, bromo, ossigeno, neomidio, iodio) Il regime della nostra turbolenza «Strato dopo strato continuo a scavare. Scendo nei dettagli di un mondo che, negli anni, mi è scorso davanti a grandi linee, ma senza che abbia mai potuto capirci qualcosa. Attento agli smottamenti, con le mani, le braccia, le ginocchia, e ora anche con le spalle, il naso, gli occhi sprofondo in quel mondo compattato e in...
Leggi altro
(a) F + Te + Rh + O + U + Rh + S

(a) F + Te + Rh + O + U + Rh + S

Melotecnica Non Fiction
(a) F + Te + Rh + O + U + Rh + S → (a)FTeRhOURhS (fluoro, tellurio, rodio, ossigeno, uranio, zolfo) L'onda elettromagnetica della tua assenza «Se mai fosse giunto un mattino in cui la misericordia e la buona sorte se la fossero data a gambe levate, la grazia avrebbe dovuto cavarsela da sola. Ma da dove sarebbe sbucata e a che velocità? Nel vuoto sacro che si forma tra l'istante in cui si prende la mira e l'istante in cui parte il colpo,...
Leggi altro
1 2