Autore: redazione

Vittorio Sereni, Domenica dopo la guerra

Per due che si ritrovano in una domenica dopo la guerra allora può rifiorire il deserto del mare? …amami – lui dice – di ritorno amami a tutta forza con forza di rivalsa per tutti questi anni… Ma …nei primi tempi di guerra quando le domeniche non erano che blanda disperazione, stordimento di campane, rimasuglio …

Leggi altro

Alberto Bertoni, Irlandesi

“L’anima dell’Irlanda salta fuori con orgoglio da questa lettura” scrive Daniele Benati nella prefazione al quaderno di traduzioni, appena uscito per Corsiero editore, di Alberto Bertoni che da Yeats a Bono propone una sua ‘personale’ sulla poesia irlandese del Novecento. Pubblichiamo cinque traduzioni.       WILLIAM BUTLER YEATS, Quando sarai vecchia Quando sarai vecchia, …

Leggi altro

Italo Testa, Teoria delle rotonde

Tre testi dal libro di prose di Italo Testa Teoria delle rotonde, Valigie rosse, 2020. [nuotare al buio] Le poesie non parlano di parole, vorrebbero piuttosto renderle trasparenti e disinnescarle. I poeti artificieri vorrebbero bonificare la mente dagli ordigni verbali che irrompono nei siti cerebrali. Anche dalla vaghezza della parola “luogo”. Ma come scriveva Corrado …

Leggi altro

Cinque sensi per un albero

Cinque sensi per un albero è un’antologia di poesia e immagini che Grazia Calanna ha curato per L’Estroverso. Pubblichiamo una scelta di cinque poesie. Dario Borso, VICINATO Il rametto di glicine del vicino che ho torto di nascosto verso la mia ringhiera (per farla bella, vera) – ho torto troppo, è morto. E adesso morirà …

Leggi altro

Nathan Alterman, Fuori le stelle

Nato a Varsavia nel 1910 Nathan Alterman è una figura simbolo della poesia ebraica israeliana moderna. La sua ricca e multiforme produzione poetica si intesse con la storia ebraica e quella dello Stato di Israele, attraversando fasi molto diverse. Cresciuto in Polonia fino alla prima adolescenza nel fervido clima culturale dellʼebraismo polacco, Alterman studia da …

Leggi altro

I sentieri che attraversi non portano segnali

Tre poesie da Il passo dell’obbedienza di Laura Corraducci, Moretti&Vitali, 2020. a Tadeusz Pankiewicz, farmacista polacco del ghetto di Cracovia che scelse di rimaner nel ghetto fino alla fine, portando aiuto e rischiando la propria vita durante le atroci fasi del rastrellamento. La sua farmacia aveva nome “All’Aquila” mio padre aveva una farmacia all’angolo dove …

Leggi altro

La mar

Quattro poesie di Francesco Accattoli.   D’inverno i granchi dormono tra gli scogli, per le ossa è un inferno. Scendo, a volto scoperto, nel nord che ci fa il mare grande. Lo guardo farsi trama, ascolto i cambi d’intonazione. Le parole hanno il passo delle maree. D’improvviso il silenzio sul bianco, come un tappeto d’organza. …

Leggi altro

Ennio Cavalli, Le migliori poesie d’amore

Una poesia inedita.   Le migliori poesie d’amore hanno il pelo sullo stomaco, coltivano begonie e vagliano le avversità, in mancanza di trofei si preparano all’idea di tornare al mittente. Le migliori poesie d’amore sembrano slitte volanti, si confermano invece nidi presidi, postazioni, casse armoniche di viole e violoncelli, all’occorrenza campane di vetro. Le migliori …

Leggi altro

Dario Borso, Passeggiando con Rilke

Due traduzioni a cura di Dario Borso. 1. Esaurito nel 1907 l’esperimento ardito di un comporre oggettivo con Nuove poesie, l’anno dopo Rainer Maria Rilke (1875-1926) imbocca la via che attraverso i Requiem lo condurrà sul vasto territorio gnomico delle Elegie duinesi. Il cambio di marcia si può cogliere in una breve (per lui) poesia …

Leggi altro