Mese: Dicembre 2014

Musica ’44

Carmine pensò: il tempo è serpente. S’allunga come i capitoni e sguiscia via. Ma se uno gli comanda “morditi la coda” si chiude a mo’ d’anello. Allora strizzò gli occhi, appoggiò i gomiti al muretto e riguardò il Vesuvio. Con minima lacrimazione poteva figurarsi il fumoso pennacchio scomparso dopo l’eruzione del ’44. Settant’anni fa, fu …

Leggi altro

I russi matti di Paolo Nori

Ogni tanto è un sollievo Nell’introduzione a Tre matti, Paolo Nori presenta i tre protagonisti scrivendo: «Una cosa bellissima è il fatto che questi signori, il matto di Gogol’, quello di Dostoevskij e quello di Tolstoj non contano niente, non hanno nessuna influenza e ogni tanto è un sollievo, avere a che fare con gente …

Leggi altro

Note sulla percezione della fantascienza in Italia

Da Urania 451, a cura di Carlo Mazza Galanti, ecco il saggio di Gino Roncaglia: Dalla fantascienza delle origini alla rassegna del Planetario: note sulla percezione della fantascienza in Italia negli anni ’60 e ‘70. Isaac Asimov non è certo un autore dallo stile raffinato, ma le sue opere hanno due indubbi punti di forza: …

Leggi altro

Lexotan

«Tutte le miserie dell’uomo – ci ricorda Pascal – derivano dal non essere capaci a star seduti in silenzio, da soli, in una stanza». Un libro possiede proprietà ansiolitiche, ipnotiche e miorilassanti; dirla così sembra banale, come le frasi scritte su foto di fiori e tazze da tè messe su Facebook, ma non trovo un altro …

Leggi altro

Marziano in cattedra

Il saggio di Tommaso Pincio – uscito sull’Atlante della letteratura italiana vol. III (Einaudi, 2012) – apre la sezione monografica del numero 68 di Nuovi Argomenti, Urania 451, curato da Carlo Mazza Galanti.   L’autunno del 1962 era iniziato da un paio di giorni appena quando giunse in edicola il numero 291 di una rivista …

Leggi altro