Archivio mensile: novembre 2013

RACCONTO
Compianto in terracotta, II
[Di seguito i frammenti finali del Compianto in terracotta, II di Maria Pia Quintavalla. Dalla raccolta Compianti, ispirata al tema del Compianto, dipinto su terracotta, di Antonio Allegri detto Il Correggio.] La luce di cinepresa andrà ad accendere avverare l’ultima vita, (oh, non diciamolo) che avanza – Correvi sulla passerella,
Leggi tutto...
ARTICOLO
27/11/2013
Reading Review: Tupelo Hassman Giulio Silvano
Libro: Bambina mia Autrice: Tupelo Hassman Traduzione: Federica Aceto Intervengono: Tiziana Lo Porto e Antonella Lattanzi Interprete: Marco Scognamiglio Dove: Libreria Feltrinelli, Viale Libia 186, Roma Dove si trova l’autrice: Boston, Stati Uniti Metodo della presentazione: Skype. Prime parole dell’autrice in
Leggi tutto...
Reading Review: Tupelo Hassman
ARTICOLO
25/11/2013
Némirovsky: come scrivere di alberi. Redazione
“Credo che dovrei sostituire le fragole con i nontiscordardimé. Sembra impossibile far sbocciare i ciliegi nella stessa stagione in cui maturano le fragole”. FOR STORM IN JUNE: What I need to have: 1 An extremely detailed map of France or Michelin Guide 2 The complete collection of several French and foreign newspapers between 1 June
Leggi tutto...
Némirovsky: come scrivere di alberi.
RACCONTO
Notizie: Paolo Nori messo sotto, Majakovskij in scena, The Freewheelin’ Vargas Llosa
Mario Vargas Llosa litiga furiosamente con Vittorini riguardo ‘Il Gattopardo’ e con Moravia e Sartre per altri motivi, piange saudade per l’Europa che fu e rivela infine che il protagonista del suo nuovo romanzo è un Roberto Saviano, solo molto più discreto. Una moto di grossa cilindrata mette sotto uno scrittore, ricoverato poi in
Leggi tutto...
Notizie: Paolo Nori messo sotto, Majakovskij in scena, The Freewheelin’ Vargas Llosa
SAGGIO
Quattro modernisti e una cena di gala Leonardo Colombati
Cosa sarebbe successo se a Waterloo Napoleone non si fosse svegliato con un tremendo mal di testa? Alessandro avrebbe pugnalato Clito se a Samarcanda si fosse risparmiato l’ultima coppa di vino? Lord Byron sarebbe diventato un eroe nazionale greco se il suo spirito per l’avventura non avesse casualmente incontrato nella biblioteca paterna la
Leggi tutto...
Quattro modernisti e una cena di gala
SAGGIO
Campana Matteo Trevisani
Anche noi al liceo avevamo una specie di società segreta di poeti. Dentro c’era gente che aveva preso troppo sul serio L’attimo fuggente, studenti modello avvezzi all’hashish, avvinazzati, ex rappresentanti di istituto in disgrazia, ragazzi che già cominciavano a venire a scuola con le borse di tela con le stampe di Kafka in bianco e nero
Leggi tutto...
Campana
ARTICOLO
22/11/2013
L’anima di Tolstoj Redazione
Che cosa ne verrà fuori non lo so, certo è che ci ho messo dentro tutta l’anima.” È uscita per Isbn edizioni una splendida edizione de I quattro libri di lettura di Lev Tolstoj, con prefazione di Ermanno Olmi e illustrazioni di Alice Beniero (un bel particolare è la sovraccoperta, composta dall’intero sfondo dell’illustrazione di
Leggi tutto...
L’anima di Tolstoj
ARTICOLO
21/11/2013
14 scrittori per Via col vento. Redazione
Il 9 settembre 2014, l’Harry Ransom Center aprirà la mostra The Making of Gone With The Wind, e nel frattempo tira fuori alcune perle. Come il fatto che almeno quattordici scrittori, incluso Francis Scott Fitzgerald, lavorarono alla sceneggiatura sulla base del testo di Sidney Howard. Per scrivere Via col vento bisognava esser portati per
Leggi tutto...
14 scrittori per Via col vento.
ARTICOLO
21/11/2013
Bad Sex Award, i finalisti. Redazione
Ogni autunno The Literary Review, mensile londinese di letteratura, sceglie tra i libri usciti durante l’anno le scene di sesso scritte peggio. Esclusi i romanzi erotici e pornografici. Il premio nasce per criticare ed eventualmente porre fine alle tremende scene sessuali che spesso ci ritroviamo nei romanzi contemporanei. Il vincitore verrà
Leggi tutto...
Bad Sex Award, i finalisti.
SAGGIO
NUMERO 64 / OTTOBRE-DICEMBRE 2013
La nostalgia a rovescio Paolo Di Paolo
Settembre, in questo caso, è il più implicato dei mesi. Ricordo con precisione come arriva sul mio tavolo giallo la notizia della morte di Giovanni Raboni, un giovedì pomeriggio di settembre del 2004, mentre sto studiando. Quest’uomo elegante, con la barba bianca di un profeta o di un filosofo greco, l’avevo visto una volta sola, senza
Leggi tutto...
La nostalgia a rovescio