Mese: Maggio 2013

Silenzio in città

Poi mi viene in aiuto Roma. Una Roma quasi seppellita. Inaspettata come questa domenica sivigliana in cui il sole alle tre del pomeriggio brucia a trentasei gradi, l’asfalto è rovente, le serrande abbassate. E soprattutto le strade sono deserte, gloria del vuoto di una città sostituita: chi cammina lo fa lungo il perimetro dell’ombra e …

Leggi altro

Padri e figli 2 – La resa dei conti

Nella prima puntata ho parlato del racconto di Stanley Elkin Il Condominio. La storia di Marshall Preminger, trentasettenne velleitario, ex conferenziere, laureando, che eredita l’appartamento da scapolo del padre Phil, morto giovane (intorno ai sessanta), in un complesso residenziale popolato  da gente con una trentina d’anni più di lui. Avevo finito col dire che Marshall …

Leggi altro

Misteri dei giorni più difficili: la Preferia

Il movimento è veloce, e quasi impossibile è seguire dettagliatamente come girino le dita della mano. Se fate attenzione, però, è un movimento pieno di senso. Così almeno mi è parso, dopo giorni interi a ripetere il movimento sulla mia mano e studiarlo. Ho iniziato con gran lentezza, adesso già vado più veloce. Guardo come …

Leggi altro

After the Wall – Britney Spears

E’ possibile che gli Illuminati c’entrino nelle vicende di Britney Spears? (mi riferisco ai problemi con la droga) Miglior risposta – Scelta dal Richiedente Renato M Tutto è possibile, ma pochissimo di ciò che è possibile è probabile. Molto poco di ciò che è probabile è vero. Io non credo che gli Illuminati siano una …

Leggi altro

Slave

Mia moglie è una padrona, io sono il suo cane. O meglio il suo slave, che in gergo BDSM significa appunto schiavo. Anche BDSM significa qualcosa, ma non me lo ricordo mai. Ho scoperto il significato di slave perché c’era un annuncio su un palo vicino al bar dove faccio colazione: PADRONA CERCA SLAVE. Io …

Leggi altro

A metà strada verso il dominio sul mondo

“I giorni migliori della feria?” Alla barra della Campana, si ridacchia. La domanda del turista risveglia gli animi. Ride anche il più vecchio, un uomo lungo e un po’ curvo, i capelli brizzolati zuppi di brillantina, attraversati dai solchi del pettine in un’onda verso la nuca. “Che giorno, Pedro?” Sgomitano, si chiamano, fingono di chiedere …

Leggi altro

La differenza fra l’artista e il manager

Come vengono rappresentati i manager e gli artisti – scrittori, poeti, musicisti, registi, pittori, scultori – nei media, ovvero nei giornali, nei libri, al cinema, in tivù? Nella maggior parte dei casi i manager sono cattivi, mentre gli artisti sono buoni. Credo che un tale manicheismo sia dovuto al fatto che le rappresentazioni nei media, …

Leggi altro

Il tempo degli Assassini

«Voici le temps des Assassins» è la riga che chiude l’undicesima illumination di Jean Nicholas Arthur Rimbaud nella mia edizione italiana da 9 euro e 30. Questa sequenza di parole francesi è stata composta dal poeta tra il 1872 e il 1873, oppure tra il 1874 e il 1875; è stata pubblicata per la prima …

Leggi altro

Reportage inattendibile dai luoghi bellowiani (settima e ultima parte)

Nel corso del libro, per meglio illustrare tale conflitto intestino all’Occidente, Bellow sceglie come oggetto polemico principale l’intellettuale francese per eccellenza: il maître-à-penser più illustre e più capzioso, erede diretto di Voltaire, Hugo, Valéry e di tanti altri che hanno saputo interpretare la coscienza politica del popolo francese e che hanno simboleggiato per secoli un …

Leggi altro